Top Menu

Giorgione: novità diagnostiche sulla Giuditta dell’Ermitage e altre sue opere (Verona, 27 aprile 2017)

Giovedì 27 aprile 2017, nell’aula 1.1. del Polo Zanotto all’Università di Verona (viale dell’Università), dalle ore 10.10 sino alle ore 13.00, è in programma un seminario di studio, organizzato dal Dipartimento di Culture e Civiltà in collaborazione con Fondazione Ermitage Italia, intitolato “Giorgione: novità diagnostiche sulla Giuditta dell’Ermitage e altre sue opere”. L’incontro, dedicato all’underdrawing nella produzione di Giorgione, ricorda il decennale della fondazione del Centro Laniac (Laboratorio di analisi non invasive per l’arte antica e contemporanea) della stessa Università di Verona, che negli ultimi anni si è distinto per un’intensa attività di ricerca svolta in occasione di pubbliche esposizioni e per Enti e collezionisti privati.

Il fulcro dell’iniziativa – aperta al pubblico e introdotta dai saluti istituzionali di Giampaolo Romagnani, direttore del Dipartimento di Culture e Civiltà, di Tiziana Franco, presidente del Collegio didattico di Beni Culturali, e di Enrico Maria Dal Pozzolo, direttore del Centro Laniac – è costituito dalla presentazione in anteprima mondiale dei risultati diagnostici effettuate sulle opere di Giorgione all’Ermitage di San Pietroburgo, in particolare sulla Giuditta, uno dei capisaldi del maestro. Ad illustrarle sarà Irina Artemieva. Con l’occasione saranno resi noti i materiali inediti di altre indagini diagnostiche effettuate sulle opere di Giorgione. In particolare, oltre alla stessa Artemieva, interverranno Paola Artoni, funzionaria responsabile del Centro Laniac, che presenterà lo stato dell’arte della diagnostica su Giorgione; Sandra Rossi, direttore del Museo dell’Opificio delle Pietre dure di Firenze, che presenterà le analisi condotte sui dipinti del maestro di Castelfranco conservati nelle Gallerie dell’Accademia di Venezia e Francesca del Torre del Kunsthistorisches Museum di Vienna che si soffermerà sulle indagini applicate alle opere di Giorgione conservate nel museo austriaco.

La seconda parte del seminario di studio proporrà un excursus “Per una lettura culturale della Giuditta di Giorgione all’Ermitage”, ovvero una riflessione di Enrico Maria Dal Pozzolo sull’originalità iconografica della Giuditta di Giorgione all’Ermitage, con letture tratte dalla Iudit di Federico della Valle (1627), interpretate da Greta Gazzaniga e Annachiara Zanoli, mentre Vincenzo Borghetti, dell’Università di Verona, introdurrà l’esecuzione di tre brani per voce (Giulia Simioni) e liuto (Giorgia Zanin) sul tema della morte per amore risalenti all’epoca di attività del pittore.

Per informazioni: paola.artoni@univr.it ; tel. 045.8028141

Come raggiungere la sede:

Dalla Stazione ferroviaria Verona Porta Nuova all’Università di Verona – Polo Zanotto: Autobus 11,12, 13, 51 piattaforma A. Scendere alla prima fermata di Via San Paolo (angolo Chiesa di San Paolo), prendere via dell’Artigliere e proseguire fino in fondo, si incrocia viale dell’Università, sulla destra si trova il Polo Zanotto.


Fonte: Seminario “Giorgione: novità diagnostiche sulla Giuditta dell’Ermitage e altre sue opere” | LANIAC – Università degli Studi di Verona

 

Cite this article as: Redazione, Giorgione: novità diagnostiche sulla Giuditta dell’Ermitage e altre sue opere (Verona, 27 aprile 2017), in "STORIEDELLARTE.com", 26 aprile 2017; accessed 21 settembre 2017.
http://storiedellarte.com/2017/04/giorgione-novita-diagnostiche-sulla-giuditta-dellermitage-e-altre-sue-opere-verona-27-aprile-2017.html.

, , , , ,

No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: