Top Menu

Fergola – Lo splendore di un Regno

A Palaz­zo Zeval­los Sti­glia­no di Napo­li vie­ne pre­sen­ta­ta la pri­ma gran­de mostra mono­gra­fi­ca su Sal­va­to­re Fer­go­la (Napo­li 1796 – 1874), l’ultimo pit­to­re di cor­te del Regno del­le due Sici­lie .

La mostra, cura­ta da Fer­nan­do Maz­zoc­ca, Lui­sa Mar­to­rel­li e Anto­nio Erne­sto Denun­zio, si pro­po­ne di resti­tui­re, attra­ver­so  gli occhi di Sal­va­to­re Fer­go­la, gli ulti­mi splen­do­ri del­la monar­chia bor­bo­ni­ca che sep­pe ren­de­re Napo­li una moder­na metro­po­li all’avanguardia sia sul pia­no dell’industrializzazione che su quel­lo cul­tu­ra­le.

Un per­cor­so che si sno­da su due pia­ni del Palaz­zo, 63 ope­re – in pre­sti­to dal­la Reg­gia di Caserta,da Palaz­zo Rea­le di Napo­li, dal Museo di Capo­di­mon­te, dal museo di San Mar­ti­no –  a vol­te recu­pe­ra­te dal buio dei depo­si­ti–  che fan­no risco­pri­re al pub­bli­co un arti­sta cadu­to nell’oblio e che ora ritor­na alla luce dopo un atten­to e scru­po­lo­so lavo­ro di ricer­ca sul­le ope­re e sui docu­men­ti.

Sal­va­to­re Maria Fede­le Andrea Fer­go­la nasce a Napo­li il 24 apri­le 1796 ed è sta­to l’interprete sin­ce­ro di un cam­bia­men­to rac­con­ta­to attra­ver­so le sue ope­re che diven­ta­no il mani­fe­sto dei luo­ghi dove il pro­gres­so vin­ce la sfi­da; la rea­liz­za­zio­ne del pon­te sul Gari­glia­no (1832), l’inaugurazione dell’impianto d’illuminazione a gas (1840), la fon­da­zio­ne dell’Osservatorio Vesu­via­no (1845) e la crea­zio­ne di un ser­vi­zio tele­gra­fi­co (1851)  ven­go­no immor­ta­la­ti in dipin­ti come “Inau­gu­ra­zio­ne del­la fer­ro­via Napoli-Portici“e “Il pon­te fer­di­nan­deo sul Gari­glia­no”.

Arti­sta  polie­dri­co e raf­fi­na­to, fu il por­ta­vo­ce del­la vita di cor­te e di even­ti pub­bli­ci e un’incredibile cono­sci­to­re del sen­ti­men­to che tro­va la pie­na espres­sio­ne nel­le mari­ne, nel­le vedu­te, nel­le sce­ne di nau­fra­gio, nei temi bibli­ci.

Muo­re a Napo­li il 7 mar­zo 1874 e nel suo ate­lier lascia un cor­pus con­si­sten­te di dise­gni, dipin­ti, boz­zet­ti, a testi­mo­nian­za di una atti­vi­tà inten­sa e sapien­te.

Inaugurazione della ferrovia Napoli-Portici, olio su tela, 1840

Sal­va­to­re Fer­go­la, Inau­gu­ra­zio­ne del­la fer­ro­via Napo­li-Por­ti­ci, olio su tela, 1840 (Ph. Ange­li­ca Lugli)

 

Modello del convoglio inaugurale della ferrovia Napoli-Portici,1939 Ph. Mario Laporta

Model­lo del con­vo­glio inau­gu­ra­le del­la fer­ro­via Napoli-Portici,1939 (Ph. Mario Lapor­ta)

 

Un momen­to dell’allestimento del­la mostra (Ph. Mario Lapor­ta)

Salvatore Fergola, Il ponte ferdinandeo sul Garigliano, tempera su carta, 1883 (Ph. Angelica Lugli)

Sal­va­to­re Fer­go­la, Il pon­te fer­di­nan­deo sul Gari­glia­no, tem­pe­ra su car­ta, 1883 (Ph. Ange­li­ca Lugli)

 

mlpc0204

Un momen­to dell’allestimento del­la mostra (Ph. Mario Lapor­ta)

Napoli 29, 30 Novembre 2016. Un momento dellìallestimento della mostra "Fergola" presso Gallerie d'Italia/Palazzo Zevallos a Napoli. La mostra sara' inaugurata il 2 Dicembre 2016. Il maestro Salvatore Fergola, uno degli esponenti della scuola di Posillipo fu insignito del titolo di Pittore dei corte dei Borbone durante il loro regno a Napoli e le sue opere pittoriche documentarono gli sviluppi tecnologici della città partenopea, dalla prima ferrovia, la Portici-Napoli all'avvento delle navi a motore e le prime navi crocieristiche. Fergola fu tra i primi assegnatari di cattedra della allora Reale Accademia di Belle Arti della città di Napoli Ph. Mario Laporta

Ingres­so (Ph. Mario Lapor­ta)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per infor­ma­zio­ni:

http://www.gallerieditalia.com/it/

https://www.facebook.com/gallerieditalia/?fref=ts

https://twitter.com/gallerieditalia?lang=it

Cite this article as: Angelica Lugli, Fergola – Lo splendore di un Regno, in "STORIEDELLARTE.com", 5 dicembre 2016; accessed 23 agosto 2017.
http://storiedellarte.com/2016/12/fergola-lo-splendore-di-un-regno.html.

, , ,

No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: