Top Menu

Paolo Bolpagni nuovo direttore della Fondazione Ragghianti di Lucca

bolpagni_4È Pao­lo Bol­pa­gni il nuo­vo diret­to­re del­la Fon­da­zio­ne Cen­tro stu­di sull’Arte Licia e Car­lo Ludo­vi­co Rag­ghian­ti di Luc­ca.

Lo ha reso noto il pre­si­den­te del­la Fon­da­zio­ne Gior­gio Tori con que­ste paro­le: «Sono mol­to lie­to del­la scel­ta del Con­si­glio di ammi­ni­stra­zio­ne, che ha rite­nu­to vali­de e signi­fi­ca­ti­ve le espe­rien­ze pro­fes­sio­na­li e la pre­pa­ra­zio­ne tec­ni­ca di Pao­lo Bol­pa­gni, affi­dan­do la dire­zio­ne del­la Fon­da­zio­ne ad un pro­fes­sio­ni­sta gio­va­ne, dina­mi­co e mol­to aper­to nei con­fron­ti del mon­do con­tem­po­ra­neo del­la cul­tu­ra e degli inte­res­si del­la Cit­tà e del suo ter­ri­to­rio. Negli ulti­mi due anni e mez­zo Bol­pa­gni ha fat­to par­te del Comi­ta­to scien­ti­fi­co del­la Fon­da­zio­ne, di cui è diven­ta­to pre­si­den­te nel novem­bre scor­so, e in que­sto ruo­lo ha dimo­stra­to impe­gno e capa­ci­tà offren­do da subi­to un con­tri­bu­to costrut­ti­vo all’attività del­la Fon­da­zio­ne. Sono cer­to che con la sue dire­zio­ne il pre­sti­gio del­la Fon­da­zio­ne Rag­ghian­ti pro­se­gui­rà nel sol­co del­le signi­fi­ca­ti­ve espe­rien­ze fin qui rag­giun­te.»

Il nuo­vo diret­to­re, che suc­ce­de a Maria Tere­sa Filie­ri, la qua­le ha rico­per­to que­sto ruo­lo dal 2008 fino al dicem­bre 2015, è sta­to elet­to gio­ve­dì 16 giu­gno dal Con­si­glio di Ammi­ni­stra­zio­ne tra una rosa di can­di­da­ti for­mu­la­ta dal Comi­ta­to scien­ti­fi­co del­la Fon­da­zio­ne stes­sa.

ph beatrice speranza_3-rsz

 

Nato a Bre­scia nel 1979, Pao­lo Bol­pa­gni è uno sto­ri­co dell’arte, docen­te uni­ver­si­ta­rio e cura­to­re. Ha con­se­gui­to il dot­to­ra­to di ricer­ca in Sto­ria dell’arte con­tem­po­ra­nea all’Università Cat­to­li­ca del Sacro Cuo­re, svol­gen­do un perio­do di stu­di pres­so la Rupre­cht-Karls-Uni­ver­si­tät di Hei­del­berg. Docen­te all’Università Cat­to­li­ca a par­ti­re dall’ottobre 2010, è attual­men­te ricer­ca­to­re in Sto­ria dell’arte con­tem­po­ra­nea all’Università degli Stu­di eCam­pus, dove inse­gna anche Orga­niz­za­zio­ne di even­ti. È inol­tre diret­to­re del Cen­tro stu­di “Pao­lo VI” sull’arte moder­na e con­tem­po­ra­nea di Con­ce­sio, Bre­scia.

Ha all’attivo più di un cen­ti­na­io di pub­bli­ca­zio­ni scien­ti­fi­che. I suoi prin­ci­pa­li cam­pi di ricer­ca sono i rap­por­ti tra pit­tu­ra e musi­ca nel XIX e XX seco­lo; l’arte ita­lia­na ed euro­pea tra fine ’800 e ini­zio ’900 (com­pre­si gli aspet­ti del­la gra­fi­ca e dell’illustrazione); l’astrattismo ita­lia­no ed euro­peo, fino agli esi­ti cine­ti­ci e pro­gram­ma­ti; l’arte ita­lia­na e fran­ce­se degli anni ’50-’60, anche nel­le sue rela­zio­ni con il desi­gn; le ‘par­ti­tu­re visi­ve’ e le ricer­che ver­bo-visua­li del­le neoa­van­guar­die; i rap­por­ti fra l’arte e la dimen­sio­ne del sacro nel ’900. Ha inol­tre orga­niz­za­to e pre­sen­ta­to mol­te per­so­na­li e col­let­ti­ve di arti­sti con­tem­po­ra­nei.

Scri­ve per impor­tan­ti rivi­ste spe­cia­liz­za­te, tie­ne nume­ro­se con­fe­ren­ze ed è atti­vo come cura­to­re di mostre in Ita­lia e all’estero in sedi pre­sti­gio­se, col­la­bo­ran­do con isti­tu­zio­ni come Palaz­zo For­tu­ny e la Peg­gy Gug­ge­n­heim Col­lec­tion a Vene­zia, il MACRO e Vil­la Tor­lo­nia a Roma, la Fun­da­ción Loewe a Madrid, il Museo del Risor­gi­men­to e la Gal­le­ria San Fede­le a Mila­no, il Museo di San­ta Giu­lia a Bre­scia etc.

Per la Fon­da­zio­ne Rag­ghian­ti è sta­to co-cura­to­re del­la mostra Rit­mi visi­vi. Lui­gi Vero­ne­si nell’astrattismo euro­peo (otto­bre 2011 – gen­na­io 2012) ed è cura­to­re del­la mostra ora alle­sti­ta, Sguar­di paral­le­li. Mario Bal­loc­co / Fra­nçois Morel­let (fino al 26 giu­gno).

È attual­men­te il più gio­va­ne vin­ci­to­re del Pre­mio Sul­mo­na per la sto­ria dell’arte, attri­bui­to­gli nel 2013; pre­mio che, nel­la sua sto­ria ultra-qua­ran­ten­na­le, è sta­to con­fe­ri­to a stu­dio­si come Enri­co Cri­spol­ti, Mau­ri­zio Cal­ve­si, Lucia­no Cara­mel, Ros­sa­na Bos­sa­glia, Denis Mahon e Gil­lo Dor­fles.

È sta­to uno dei pri­mi sto­ri­ci dell’arte ad aver usa­to ampia­men­te i nuo­vi media per la divul­ga­zio­ne: nel 2011 ha crea­to il cana­le You­Tu­be “Rego­la d’arte”, rea­liz­zan­do, fino al 2015, ven­ti­cin­que video in cui ha rac­con­ta­to l’arte, i suoi pro­ta­go­ni­sti, i movi­men­ti e le ten­den­ze in “pun­ta­te” del­la dura­ta di pochi minu­ti (a tutt’oggi il cana­le ha tota­liz­za­to qua­si due­cen­to­mi­la visua­liz­za­zio­ni da più di cen­to pae­si del mon­do).

Fon­te: Fon­da­zio­ne Rag­ghian­ti – Comu­ni­ca­to Stam­pa

Cite this article as: Redazione, Paolo Bolpagni nuovo direttore della Fondazione Ragghianti di Lucca, in "STORIEDELLARTE.com", 25 giugno 2016; accessed 28 marzo 2017.
http://storiedellarte.com/2016/06/paolo-bolpagni-nuovo-direttore-della-fondazione-ragghianti-di-lucca.html.

,

No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: