Top Menu

9 giugno: Roma, Tradurre la Sistina di Michelangelo: dall’immagine fissa all’immagine in movimento

Pla­ce: Roma Musei Vati­ca­ni
Date: 09/06/2016 – 09/06/2016
Dead­li­ne:

Web­si­te:

Schermata-2016-06-06-alle-21.50.10COMUNICATO STAMPA

In que­sto Giu­gno 2016 si chiu­de quel­lo che il Diret­to­re dei Musei Vati­ca­ni Anto­nio Pao­luc­ci chia­ma il “trit­ti­co sisti­no”. Il rife­ri­men­to è alle ini­zia­ti­ve di pre­sti­gio e rile­van­za inter­na­zio­na­li che i Musei del Papa negli ulti­mi tre anni han­no dedi­ca­to alla Cap­pel­la Sisti­na, al loro teso­ro più cele­bre e più pre­zio­so.

Nel 2014 c’è sta­ta la inau­gu­ra­zio­ne accom­pa­gna­ta da due gior­ni di Con­ve­gno inter­na­zio­na­le (Nuo­vo respi­ro e nuo­va luce in Cap­pel­la Sisti­na) dei nuo­vi siste­mi di cli­ma­tiz­za­zio­ne, con­trol­lo del­la tem­pe­ra­tu­ra e del­la umi­di­tà, abbat­ti­men­to degli inqui­nan­ti e, insie­me, dell’impianto di illu­mi­na­zio­ne led per offri­re al pub­bli­co la visio­ne miglio­re, più com­ple­ta e appa­gan­te di que­gli affre­schi cele­ber­ri­mi.

Anco­ra, nel 2015, per le cure di Vit­to­ria Cimi­no, respon­sa­bi­le dell’Ufficio del Con­ser­va­to­re dei Musei Vati­ca­ni, è sta­to pre­sen­ta­to in Sala Regia (nel­le due edi­zio­ni ita­lia­na ed ingle­se) il volu­me La Sisti­na ven­ti anni dopo, ren­di­con­to degli inter­ven­ti scien­ti­fi­ci tenu­ti nel Con­ve­gno dell’anno pri­ma.

Infi­ne quest’anno, il pros­si­mo gio­ve­dì 9 giu­gno, cura­ta dal Prof. Tom­ma­so Casi­ni, docen­te all’Università IULM di Mila­no, da Nino Cri­scen­ti, gior­na­li­sta e auto­re tele­vi­si­vo, e da Pao­la Di Giam­ma­ria, respon­sa­bi­le del­la Foto­te­ca dei Musei Vati­ca­ni, i Musei del Papa ospi­ta­no nel­la loro Sala Con­fe­ren­ze, a par­ti­re dal­le ore 9.30, una Gior­na­ta di Stu­dio mol­to par­ti­co­la­re. Pro­ta­go­ni­sta è la Sisti­na del Nove­cen­to nel­le cam­pa­gne foto­gra­fi­che e nel­le resti­tu­zio­ni fil­mi­che, nell’emergere di una “for­tu­na” ico­ni­ca che rap­pre­sen­ta uno dei feno­me­ni più sug­ge­sti­vi del tem­po moder­no.

For­tu­na che è comin­cia­ta mol­to pre­sto, con le pri­me inci­sio­ni già nel 1512 all’apertura del­la Vol­ta, e che ha avu­to un’esplosione con i nuo­vi mez­zi di ripro­du­zio­ne, dal­la foto­gra­fia dell’Ottocento al digi­ta­le dei nostri gior­ni.

Tut­te le for­me di ‘tra­du­zio­ne’ del Miche­lan­ge­lo sisti­no negli ulti­mi cen­to­cin­quan­ta anni saran­no ana­liz­za­te nel cor­so del­la Gior­na­ta, dal­le lastre di Romual­do Moscio­ni nell’intervento di Pao­la di Giam­ma­ria alla Sisti­na su You­tu­be per­cor­sa da Tan­ja Michal­sky, diret­tri­ce del­la Biblio­the­ca Her­tzia­na, dal­la foto­gra­fia scien­ti­fi­ca e divul­ga­ti­va inda­ga­ta da Maria Fran­ce­sca Bonet­ti alla Meta­si­sti­na ricer­ca­ta nei social-media da Gio­van­ni Fio­ren­ti­no.

Non c’è ope­ra d’arte che pos­sa sta­re alla pari del­la Vol­ta e del Giu­di­zio di Miche­lan­ge­lo sul pia­no del­la ripro­du­zio­ne foto­gra­fi­ca. Da Cri­sti­na Gen­nac­ca­ri, del­la Foto­te­ca dei Musei Vati­ca­ni, cono­sce­re­mo i dati del­la ricer­ca sui per­mes­si con­ces­si ai foto­gra­fi per la Cap­pel­la Sisti­na in un perio­do d’oro del­la foto­gra­fia, dai pri­mor­di agli anni Tren­ta del ‘900.

Dal­la foto­gra­fia alla ri-media­zio­ne, alla defor­ma­zio­ne e al riu­so. Si vedran­no, nel cor­so del­la Gior­na­ta, alcu­ne del­le cen­ti­na­ia di imma­gi­ni col­le­zio­na­te dal gran­de sto­ri­co dell’arte ame­ri­ca­no Leo Stein­berg, tra le qua­li una raf­fi­na­ta ‘tra­du­zio­ne’ del­la Vol­ta su una coper­ti­na del New Yor­ker e le più stra­va­gan­ti ripro­po­si­zio­ni del­la Crea­zio­ne di Ada­mo, sog­get­to che figu­ra al pri­mo posto tra le ope­ra­zio­ni di riu­so.

L’attenzione media­ti­ca non si inter­rom­pe mai nel cor­so del Nove­cen­to e regi­stra del­le impen­na­te in occa­sio­ne di even­ti e ricor­ren­ze, come si vedrà con l’intervento di Luci­na Vat­tuo­ne sul­la for­tu­na media­ti­ca degli affre­schi di Miche­lan­ge­lo. A Nata­le del 1949, vigi­lia dell’Anno San­to di Pio XII, Life esce con un pri­mis­si­mo pia­no del Crea­to­re

UFFICIO STAMPA MUSEI VATICANI

Tel. 06 69883041 – fax 06 69885236 − stampa.musei@scv.va

in coper­ti­na e ben ven­ti­due pagi­ne a colo­ri, esclu­si­va­men­te sul­la Vol­ta, con imma­gi­ni di uno sei suoi gran­di foto­gra­fi, Frank Ler­ner. Life è il pri­mo dei maga­zi­ne illu­stra­ti a sco­pri­re il Miche­lan­ge­lo del­la Sisti­na. Che sarà pre­sen­te su tut­te le testa­te euro­pee e ame­ri­ca­ne nel 1964, quar­to cen­te­na­rio del­la mor­te dell’artista. Quell’anno la Rai tra­smet­te lo sce­neg­gia­to Vita di Miche­lan­ge­lo, regi­sta Sil­ve­rio Bla­si, pro­ta­go­ni­sta Gian­ma­ria Volon­té, che il set­ti­ma­na­le Radio­cor­rie­re lan­cia il 1° ago­sto con il pri­mis­si­mo pia­no di Ada­mo in coper­ti­na e una serie di imma­gi­ni a colo­ri a pie­na pagi­na da rita­glia­re e rac­co­glie­re.

Risa­le al 1961 la pri­ma vol­ta del­la Rai sul­la Sisti­na, con un docu­men­ta­rio di ven­ti­due minu­ti, e sarà l’inizio di una serie inin­ter­rot­ta di pro­gram­mi, tra infor­ma­zio­ne, cul­tu­ra e spet­ta­co­lo, ore e ore di tra­smis­sio­ni, dal­la docu­fic­tion a Blob, da Zef­fi­rel­li del 1971 ad Alber­to Ange­la del 2015. Fran­ce­sca Maria Cadin por­te­rà i dati del­la sua ricer­ca sul patri­mo­nio del­le Teche Rai, con­dot­ta appo­si­ta­men­te per la Gior­na­ta di Stu­dio: oltre 200 tito­li sul­le tre reti gene­ra­li­ste e un miglia­io sui tele­gior­na­li. Nei gran­di nume­ri, in buo­na par­te con gli affre­schi di Miche­lan­ge­lo a far da sfon­do al Con­cla­ve, spun­ta­no i nomi di Rober­to Ros­sel­li­ni, Krzysz­tof Zanus­si, Dario Fo, Antho­ny Bur­gess. Ven­ti­cin­que sono i docu­men­ta­ri e ser­vi­zi gior­na­li­sti­ci sul gran­de restau­ro: il pri­mo del­la dura­ta di un’ora, tra­smes­so dai Ser­vi­zi Spe­cia­li del Tg1 nell’autunno del 1984 a con­clu­sio­ne del­la puli­tu­ra del­le lunet­te, l’ultimo anda­to in onda a mag­gio del 1994 su Rai Uno alla fine dei lavo­ri sul­la pare­te del Giu­di­zio.

Come è noto, il restau­ro degli affre­schi di Miche­lan­ge­lo nel­la Sisti­na si è svol­to sot­to gli occhi del­la Nip­pon Tele­vi­sion, che ha docu­men­ta­to, in esclu­si­va, gior­no per gior­no, l’intera impre­sa. Gian­lui­gi Cola­luc­ci, il pro­ta­go­ni­sta del restau­ro, evo­che­rà la sua espe­rien­za di lavo­ro a tu per tu con Miche­lan­ge­lo e con la cine­pre­sa alle spal­le.

Dagli anni del restau­ro ad oggi l’attenzione media­ti­ca sul Miche­lan­ge­lo del­la Sisti­na si può dire che non cono­sca soste, come si vedrà dal qua­dro del­la pro­du­zio­ne inter­na­zio­na­le foto­gra­fi­ca e tele­vi­si­va che trac­ce­rà Rosan­na Di Pin­to, respon­sa­bi­le dell’Ufficio Imma­gi­ne dei Musei Vati­ca­ni. Di Pin­to mostre­rà anche il pas­so ulte­rio­re fat­to con il restau­ro nel­la ‘tra­du­zio­ne’ del­la Sisti­na: dal­la ripro­du­zio­ne alla repli­ca. L’intera Cap­pel­la, infat­ti, si può vede­re oggi a gran­dez­za natu­ra­le, in foto­gra­fia su cera­mi­ca in Giap­po­ne, su tela in Mes­si­co.

Dal docu­men­ta­rio al film in costu­me, è nutri­ta anche la fil­mo­gra­fia sul Miche­lan­ge­lo del­la Sisti­na anche se più spes­so inse­ri­to nei ritrat­ti dell’artista a tut­to ton­do. La pri­ma pro­du­zio­ne spet­ta all’Istituto Luce con un docu­men­ta­rio di dodi­ci minu­ti di cui è igno­ta la data esat­ta, ma data­bi­le tra il 1932 e il ‘37: un lavo­ro che oscil­la tra divul­ga­zio­ne e pro­pa­gan­da di regi­me, come dirà nel suo inter­ven­to Patri­zia Cac­cia­ni, respon­sa­bi­le dell’Ufficio Stu­di dell’Archivio sto­ri­co Luce. Il pri­mo tito­lo inter­na­zio­na­le è tede­sco: Miche­lan­ge­lo. Das Leben eines Tita­nen di Kurt Oer­tel, 1938, pre­sen­ta­to alla Mostra del Cine­ma di Vene­zia, un docu­men­ta­rio di 93’ con una lun­ga sto­ria, dal­la Ger­ma­nia nazi­sta a Hol­ly­wood, rimon­ta­to e ridot­to a 70’ da Robert Fla­her­ty nel 1950 e vin­ci­to­re dell’Oscar come miglior docu­men­ta­rio nel 1951.

Quel­lo del docu­men­ta­rio, cine­ma­to­gra­fi­co e poi tele­vi­si­vo, è un vasto capi­to­lo che non sfug­ge agli appun­ta­men­ti con gli anni­ver­sa­ri bio­gra­fi­ci dell’artista e con le date del­la Sisti­na, come il 31 otto­bre 2012, quin­to cen­te­na­rio del­la pre­sen­ta­zio­ne degli affre­schi sul­la Vol­ta a Papa Giu­lio II, ricor­da­to su tut­te le reti Rai, e addi­rit­tu­ra scel­to dal cana­le Sky Arte come gior­no di ini­zio del­le sue tra­smis­sio­ni in Ita­lia con una pro­du­zio­ne in 3D.

Del 1964 è uno dei capi­sal­di del cine­ma docu­men­ta­rio sull’artista, il cri­to­film in più par­ti di Car­lo Ludo­vi­co Rag­ghian­ti che usò la mac­chi­na da pre­sa come stru­men­to del suo lavo­ro di sto­ri­co dell’arte: ne par­le­rà Tom­ma­so Casi­ni in un inter­ven­to dedi­ca­to pro­prio al rap­por­to tra gli sto­ri­ci dell’arte e la Sisti­na fil­ma­ta in cui ritro­ve­re­mo alcu­ni dei gran­di stu­dio­si del pie­no Nove­cen­to, da Giu­lio Car­lo Argan a Ern­st Gom­bri­ch, da Fede­ri­co Zeri a Ken­ne­th Clark, auto­re sem­pre nel 1963 di un cele­bre docu­men­ta­rio per la BBC, Miche­lan­ge­lo. The arti­st as hero.

Il cine­ma vero e pro­prio, il film in costu­me su Miche­lan­ge­lo, sarà ogget­to dell’intervento di Fran­ce­sco Gal­luz­zi, con una ras­se­gna non solo del­le poche cele­bri pel­li­co­le dedi­ca­te all’artista come Il tor­men­to e l’estasi di Carol Reed del 1965, ma anche del­la pre­sen­za di Miche­lan­ge­lo e dei suoi affre­schi nel­la Sisti­na in film di tutt’altro sog­get­to, da Rosmary’s baby di Roman Polan­ski ad Habe­mus papam di Nan­ni Moret­ti, fino ai tito­li del kolos­sal Ben Hur sul­la Crea­zio­ne di Ada­mo.

Sen­ti­re­mo infi­ne due testi­mo­nian­ze: par­le­ran­no del loro rap­por­to con le imma­gi­ni di Miche­lan­ge­lo nel­la Cap­pel­la Sisti­na il videoar­ti­sta Fabri­zio Ples­si e il regi­sta Erman­no Olmi.

Segui­rà un con­cer­to con l’esecuzione di una del­le ope­re che testi­mo­nia­no la for­tu­na di Miche­lan­ge­lo nel­la musi­ca del Nove­cen­to: la Sui­te su ver­si di Miche­lan­ge­lo, che Dmi­trij Šostakovič scri­ve nel 1974 per bas­so e pia­no­for­te.


From: TOMMASO CASINI

Cite this article as: Bacheca, 9 giugno: Roma, Tradurre la Sistina di Michelangelo: dall’immagine fissa all’immagine in movimento, in "STORIEDELLARTE.com", 7 giugno 2016; accessed 9 dicembre 2016.
http://storiedellarte.com/2016/06/%ef%bb%bf9-giugno-roma-tradurre-la-sistina-di-michelangelo-dallimmagine-fissa-allimmagine-in-movimento.html.
No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: