Top Menu

Balkan Express”. La fotografia di viaggio di Michele Mattiello in mostra alla Libreria Pangea di Padova

La mostra foto­gra­fi­ca “Bal­kan Express”, alle­sti­ta alla Libre­ria Pan­gea di Pado­va, illu­stra per imma­gi­ni il tem­po, l’esperienza e la dimen­sio­ne iti­ne­ran­te del viag­gio che l’autore, Miche­le Mat­tiel­lo, ha vis­su­to negli spa­zi fisi­ci e men­ta­li, nei mez­zi di tra­spor­to e nei luo­ghi di pas­sag­gio del suo per­cor­so da Trie­ste a Istan­bul, dura­to cin­que gior­ni.

Le foto­gra­fie in bian­co e nero mostra­no fram­men­ti di pae­sag­gio urba­no e natu­ra­le, ripre­si per lo più attra­ver­so il “fil­tro” del vetro di tre­ni e auto­bus, che resti­tui­sce all’occhio di chi guar­da una visio­ne sfo­ca­ta e qua­si pul­vi­sco­la­re, accen­tua­ta dai for­ti con­tra­sti chia­ro­scu­ra­li.

Le imma­gi­ni mostra­no anche le trac­ce fisi­che di ciò che si depo­si­ta sul­la super­fi­cie del vetro, una sor­ta di pel­li­co­la in cui sedi­men­ta­no le mac­chie, i segni di “spor­co” e i bar­ba­gli di luce che diven­go­no par­te stes­sa di quel­la real­tà, ora niti­da e ora defor­me, che osser­via­mo attra­ver­so lo sguar­do del nar­ra­to­re, inten­to a rac­con­ta­re una sto­ria attra­ver­so la sequen­za di alcu­ni foto­gram­mi.

Il ful­cro del­la visio­ne non risie­de in ciò che vie­ne rap­pre­sen­ta­to, quan­to piut­to­sto nel­le sem­bian­ze che assu­me di vol­ta in vol­ta negli occhi di colui che osser­va, rita­glia e tra­sfor­ma lem­bi di quo­ti­dia­ni­tà, rive­lan­do­ne la natu­ra inti­ma del­le cose attra­ver­so una len­te che met­te in evi­den­za le linee geo­me­tri­che del­le sta­zio­ni e dei tra­lic­ci, il bian­co fer­mo del­la neve, la soli­tu­di­ne dell’uomo nel pae­sag­gio, l’ombra del­la not­te che ammor­bi­di­sce come neb­bia, fino a ren­de­re indi­stin­ti i pro­fi­li del­le case che scor­ro­no dai fine­stri­ni del tre­no.

La foto­gra­fia di Miche­le Mat­tiel­lo inda­ga temi di carat­te­re uma­no ed esi­sten­zia­le, par­ten­do dal “dato visi­bi­le” per rac­con­ta­re sto­rie e indur­re rifles­sio­ni, secon­do un approc­cio este­ti­co che non nascon­de la natu­ra distur­ban­te e tran­si­to­ria degli acca­di­men­ti uma­ni, a par­ti­re dal­le sequen­ze di foto­gra­fie inti­to­la­te signi­fi­ca­ti­va­men­te “Post­Mor­tem”, “Urlo” e “Imper­fe­zio­ni”, che han­no rice­vu­to atten­zio­ne e posi­ti­vi riscon­tri da par­te del­la cri­ti­ca, anche a livel­lo inter­na­zio­na­le.

Michele Mattiello. Balkan Express

13 feb­bra­io – 5 mar­zo 2016
Libre­ria Pan­gea | Via San Mar­ti­no e Sol­fe­ri­no 106, Pado­va

Ingres­so gra­tui­to

Ora­ri di aper­tu­ra del­la mostra e del­la libre­ria:
Lune­dì 15.30 – 19.30; da mar­te­dì a saba­to 8.30 – 12.30 e 15.30 – 19.30; dome­ni­ca chiu­so.

Sito uffi­cia­le: http://www.michelemattiello.com/
Sito del­la Libre­ria Pan­gea: http://www.libreriapangea.com/

 

Cite this article as: Debora Tosato, Balkan Express”. La fotografia di viaggio di Michele Mattiello in mostra alla Libreria Pangea di Padova, in "STORIEDELLARTE.com", 27 febbraio 2016; accessed 25 luglio 2017.
http://storiedellarte.com/2016/02/balkan-express-la-fotografia-di-viaggio-di-michele-mattiello-in-mostra-alla-libreria-pangea-di-padova.html.

, ,

No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: