Top Menu

James Tissot – Roma, Chiostro del Bramante (26 settembre 2015- 21 febbraio 2016)

James Tissot, Autoritratto, 1865 circa,olio su pannello, 49,8x30,2 cm, San Francisco, Fine Arts Museums

James Tis­sot, Auto­ri­trat­to, 1865 circa,olio su pan­nel­lo, 49,8x30,2 cm, San Fran­ci­sco, Fine Arts Museums

Roma, per la pri­ma vol­ta in Ita­lia, dedi­ca una mostra a James Tis­sot (Nan­tes, 15 otto­bre 1836-Buil­lon, 08 ago­sto 1902). L’esposizione, a cura di Cyril­le Scia­ma, è sta­ta aper­ta al pub­bli­co il 26 set­tem­bre e si potrà visi­ta­re fino al 21 feb­bra­io 2016; 80 ope­re dia­lo­ga­no con inten­sis­si­me incur­sio­ni poe­ti­co-let­te­ra­rie che si incon­tra­no nel­le nove sezio­ni dei due pia­ni del Chio­stro del Bra­man­te.

Le ope­re pro­ven­go­no da musei inter­na­zio­na­li qua­li la Tate di Lon­dra, il Petit Palais e il Museo d’Orsay di Pari­gi e rac­con­ta­no i tor­men­ti, gli amo­ri e le pas­sio­ni di uno dei più iro­ni­ci e raf­fi­na­ti pit­to­ri dell’Ottocento.

All’ingresso, vici­no alle sca­le, pri­ma di sali­re, c’è una gigan­to­gra­fia sull’esposizione che acco­glie e invi­ta i visi­ta­to­ri a sen­tir­si atto­ri pro­ta­go­ni­sti e non spet­ta­to­ri pas­si­vi.

Ingresso Mostra

Ingres­so Mostra James Tis­sot

Fran­ce­se di nasci­ta, bri­tan­ni­co d’adozione, James Tis­sot è sta­to un pro­ta­go­ni­sta dell’alta bor­ghe­sia del suo tem­po. Ritrae con dovi­zia cer­to­si­na sce­ne di vita quo­ti­dia­na, even­ti, feste mon­da­ne e, soprat­tut­to, eccel­le nei ritrat­ti fem­mi­ni­li: don­ne bel­lis­si­me e sofi­sti­ca­te, alla moda, raf­fi­na­te ed eleganti,languide,sognanti, per le qua­li cap­pel­li­no, guan­ti, ven­ta­glio e ombrel­li­no rac­con­ta­no del­la loro leva­tu­ra socia­le.  Don­ne che ven­go­no ritrat­te men­tre ripo­sa­no sul­la prua di una nave,  in riva al Tami­gi, sedu­te in un pra­to per una cola­zio­ne oppu­re all’ inter­no di raf­fi­na­tis­si­me case bor­ghe­si  sospe­se tra la quo­ti­dia­ni­tà del­la vita e un mon­do illu­so­rio.

James Tissot, Il ponte dell'HMS Calcutta (Portsmouth), 1876 circa, olio su tela, 68,6x91 cm, Londra, Tate

James Tis­sot, Il pon­te dell’HMS Cal­cut­ta (Ports­mou­th), 1876 cir­ca, olio su tela, 68,6x91 cm, Lon­dra, Tate

James Tissot, Ritratto di Mrs Lloyd, 1876, olio su tela, 91,4x50,8 cm, Londra, Tate, inv. NO4271

James Tis­sot, Ritrat­to di Mrs Lloyd, 1876, olio su tela, 91,4x 50,8 cm, Lon­dra, Tate, inv. NO4271

I suoi pri­mi dipin­ti ven­go­no espo­sti al Salon nel 1859, quan­do ave­va soli ven­ti­trè anni; sospet­ta­to di esse­re comu­ni­sta, a segui­to del­la guer­ra fran­co-prus­sia­na, fu costret­to a lascia­re Pari­gi per Lon­dra, dove si avvi­ci­na alla tec­ni­ca dell’acquaforte, sot­to la gui­da di Sey­mur Haden.

James Tissot, L'estate, 1878,acquaforte, 38x20 cm, Victor & Gretha Arwas Collection

James Tis­sot, L’estate, 1878,acquaforte, 38x20 cm,Victor & Gre­tha Arwas Col­lec­tion

Nel 1876 si inna­mo­ra di Kathleen New­ton che amma­la­te­si di tisi mori­rà sui­ci­da a soli 28 anni get­tan­do l’artista in una pro­fon­da cri­si depres­si­va. Abban­do­na Lon­dra, tor­na in Fran­cia e si dedi­ca a una pro­du­zio­ne lega­ta a temi reli­gio­si che riscon­tre­rà un discre­to suc­ces­so.

Tor­na­to a Pari­gi, si lega ai cir­co­li arti­sti­co-let­te­ra­ri del tem­po, raf­fi­gu­ran­do con iro­nia le don­ne pari­gi­ne , egua­glian­do l’italiano De Nit­tis, di cui in mostra pos­sia­mo vede­re 5 ope­re.

Mostra James Tissot, sala espositiva

Mostra James Tis­sot, sala espo­si­ti­va

 

 

La mostra si chiu­de con la ripro­du­zio­ne di un pic­co­lo ambien­te che fa rivi­ve­re l’atmosfera di un pal­co tea­tra­le che evo­ca le luci e l’atmosfera del­la socie­tà bor­ghe­se; una video instal­la­zio­ne a più voci maschi­li che dia­lo­ga­no e si con­fron­ta­no sul­la bel­lez­za del­le don­ne. Nel­la serie dedi­ca­ta alla “Don­na a Pari­gi” (1883–1885) è espo­sto il dipin­to “La più bel­la don­na di Parigi”,emblema di una feli­ci­tà fuga­ce.

 James Tissot, La più bella donna di Parigi, 1833-1835, olio su tela, 146,32 X101,6 cm, Musée d'art et d'histoire de Geneve

James Tis­sot, La più bel­la don­na di Pari­gi, 1833–1835, olio su tela, 146,32 X101,6 cm, Musée d’art et d’histoire de Gene­ve

 

 

 

 

 

 

 

Per info:

http://chiostrodelbramante.it/

Cite this article as: Angelica Lugli, James Tissot – Roma, Chiostro del Bramante (26 settembre 2015- 21 febbraio 2016), in "STORIEDELLARTE.com", 10 novembre 2015; accessed 24 maggio 2017.
http://storiedellarte.com/2015/11/james-tissot-roma-chiostro-del-bramante-26-settembre-2015-21-febbraio-2016.html.

, , , ,

No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: