Top Menu

Geremia voleva diventare un mulino, di Tiziano Fratus (Torino, 13 novembre 2015)

4

Vener­dì 13 novem­bre è in pro­gram­ma alla Gal­le­ria Sabau­da di Tori­no la pre­sen­ta­zio­ne del volu­me di Tizia­no Fra­tus “Gere­mia vole­va diven­ta­re un muli­no. Visio­ne in set­te rota­zio­ni”, con la par­te­ci­pa­zio­ne di Gian Luca Car­re­ga, diret­to­re dell’Ufficio per la Pasto­ra­le del­la Cul­tu­ra del­la Dio­ce­si di Tori­no, e Ste­fa­no Gob­bi, coor­di­na­to­re del pro­get­to “Scrit­to­ri di Scrit­tu­ra”.

3Il con­tri­bu­to di Tizia­no Fra­tus si inse­ri­sce nell’ambito di un pro­get­to di ampio respi­ro, che pre­ve­de una ori­gi­na­le rilet­tu­ra dei libri dell’Antico e del Nuo­vo Testa­men­to da par­te di vari auto­ri.

Tra i prin­ci­pa­li tito­li già pub­bli­ca­ti dal­la casa edi­tri­ce Effa­tà, si segna­la­no: “Il van­ge­lo sen­za mone­ta” di Gian­lui­gi Ricu­pe­ra­ti, “I gior­ni sul­la ter­ra” di Ele­na Var­vel­lo, “Amen” di Mar­ghe­ri­ta Ogge­ro, “Un’estrema soli­tu­di­ne” di Gian Luca Favet­to, “Le noz­ze di Cana” di Davi­de Lon­go, “Per­ché non sono anco­ra” di Pao­lo di Pao­lo, “Giu­sep­pe figlio di Gia­cob­be” di Sil­va­na de Mari e “Un’Annunciazione” di Ele­na Loewen­thal.

Le vicen­de di Gere­mia nar­ra­te nei testi sacri resti­tui­sco­no il ritrat­to di un pro­fe­ta dolen­te e por­ta­to­re di un mes­sag­gio di sven­tu­ra, in quan­to annun­cia l’invasione del regno di Giu­da da par­te dei babi­lo­ne­si, gui­da­ti dal re Nabu­co­do­no­sor II.

Hans Memling, La passione di Cristo, 1470, Torino, Galleria Sabauda, olio su tavola, 56,7 x 92,2 cm

Hans Mem­ling, La pas­sio­ne di Cri­sto, 1470, Tori­no, Gal­le­ria Sabau­da, olio su tavo­la, 56,7 x 92,2 cm

Il desti­no avver­so del pro­fe­ta si com­pie con l’assedio di Geru­sa­lem­me e la distru­zio­ne del tem­pio, in un cli­ma di osti­li­tà, odio e disprez­zo da par­te del popo­lo di Israe­le, sor­do agli ammo­ni­men­ti di Gere­mia, desti­na­to a reg­ge­re con fati­ca e abne­ga­zio­ne il peso dei suoi stes­si pre­sa­gi.

Tra le ope­re d’arte che lo rap­pre­sen­ta­no, è degna di nota la raf­fi­gu­ra­zio­ne di Miche­lan­ge­lo Buo­nar­ro­ti nel­la deco­ra­zio­ne a fre­sco del­la Cap­pel­la Sisti­na a Roma.

Michelangelo Buonarroti, Geremia, 1512, Roma, Cappella Sistina, Musei Vaticani, affresco (particolare della volta)

Miche­lan­ge­lo Buo­nar­ro­ti, Gere­mia, 1512, Roma, Cap­pel­la Sisti­na, Musei Vati­ca­ni, affre­sco (par­ti­co­la­re del­la vol­ta).

 

Infor­ma­zio­ni:

http://www.diocesi.torino.it/pls/diocesitorino/v3_s2ew_consultazione.mostra_pagina?id_pagina=52322

http://scrittoridiscrittura.it/

http://www.galleriasabauda.beniculturali.it/

 

Cite this article as: Debora Tosato, Geremia voleva diventare un mulino, di Tiziano Fratus (Torino, 13 novembre 2015), in "STORIEDELLARTE.com", 13 novembre 2015; accessed 6 dicembre 2016.
http://storiedellarte.com/2015/11/geremia-voleva-diventare-un-mulino-di-tiziano-fratus-torino-13-novembre-2015.html.

, , , , ,

No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: