Top Menu

Apre “Costruire il tempio. Alla ricerca del progetto di Baldassarre Peruzzi per il Duomo di Carpi”

IMG_20150913_011154Apre a Car­pi pres­so i Musei di Palaz­zo dei Pio la mostra Costrui­re il tem­pio. Alla ricer­ca del pro­get­to di Bal­das­sar­re Peruz­zi per il Duo­mo di Car­pi (18 set­tem­bre 2015 – 6 gen­na­io 2016), cura­ta da Andrea Gior­da­no, Manue­la Ros­si ed Ele­na Sval­duz in col­la­bo­ra­zio­ne con il Dipar­ti­men­to dei Beni Cul­tu­ra­li e Dipar­ti­men­to di Inge­gne­ria civi­le, edi­le e ambien­ta­le dell’Università degli stu­di di Pado­va.

La mostra riper­cor­re le com­ples­se vicen­de costrut­ti­ve del­la Col­le­gia­ta di Car­pi, poi dive­nu­ta Cat­te­dra­le, in occa­sio­ne dei 500 anni dal­la sua fon­da­zio­ne, pro­mos­sa da Alber­to III Pio che ne affi­dò il pro­get­to all’architetto e pit­to­re sene­se Bal­das­sar­re Peruz­zi. I docu­men­ti e le fon­ti dell’epoca con­fer­ma­no l’arrivo a Car­pi, già nel 1514, del son­tuo­so model­lo ligneo che Peruz­zi ave­va rea­liz­za­to per la nuo­va Col­le­gia­ta, tan­to straor­di­na­rio da attrar­re in cit­tà visi­ta­to­ri e ammi­ra­to­ri, e da esse­re men­zio­na­to nel­le Vite di Gior­gio Vasa­ri, che fra le ope­re più rag­guar­de­vo­li dell’artista sene­se ricor­da, appun­to, anche il dise­gno e model­lo del Duo­mo di Car­pi, che fu mol­to bel­lo e secon­do le rego­le di Vitru­vio con suo ordi­ne fab­bri­ca­to. La dram­ma­ti­ca fine del­la signo­ria di Alber­to Pio nel 1525, quan­do solo cupo­la e tran­set­to del Duo­mo era­no sta­ti rea­liz­za­ti, por­tò a una len­ta, dif­fi­col­to­sa vicen­da costrut­ti­va dell’edificio, con­clu­sa­si allo sca­de­re dell’Ottocento in for­ma ben diver­sa dall’assetto pro­get­ta­to da Peruz­zi.

L’esposizione, arti­co­la­ta in cin­que sezio­ni, attra­ver­sa gli oltre tre seco­li di vicen­de costrut­ti­ve del Duo­mo e inda­ga gli edi­fi­ci di attri­bu­zio­ne e d’ispirazione peruz­zia­na pre­sen­ti a Car­pi attra­ver­so docu­men­ti – tra cui let­te­re auto­gra­fe di Alber­to Pio e rogi­ti papa­li -, model­li lignei cin­que­cen­te­schi, mate­ria­li archi­tet­to­ni­ci, video. Lo straor­di­na­rio model­lo rea­liz­za­to da Peruz­zi per la Cat­te­dra­le, docu­men­ta­to a Car­pi fino al 1642 e da con­si­de­rar­si per­du­to, è sta­to rico­strui­to in 3D da un grup­po di esper­ti dell’Università di Pado­va, gui­da­ti da Andrea Gior­da­no. Si trat­ta di un’opera di gran­de com­ples­si­tà inge­gne­ri­sti­ca, con pre­ce­den­ti nel­la sto­ria del­le espo­si­zio­ni musea­li di arte moder­na, e che potrà esse­re frui­ta gra­zie all’uso di iPad mes­si a dispo­si­zio­ne dai Musei: il visi­ta­to­re, orien­tan­do il dispo­si­ti­vo mobi­le, potrà inte­ra­gi­re con il model­lo peruz­zia­no rico­strui­to in 3D, ed esplo­rar­ne tut­te le par­ti e pro­spet­ti­ve.

locandina

Cite this article as: Marialucia Menegatti, Apre “Costruire il tempio. Alla ricerca del progetto di Baldassarre Peruzzi per il Duomo di Carpi”, in "STORIEDELLARTE.com", 17 settembre 2015; accessed 23 maggio 2017.
http://storiedellarte.com/2015/09/apre-costruire-il-tempio-alla-ricerca-del-progetto-di-baldassarre-peruzzi-per-il-duomo-di-carpi.html.

, ,

No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: