Top Menu

Ecco la nuova Galleria Estense di Modena!

estense1

Oggi ria­pre alla pre­sen­za del Mini­stro dei beni e del­le atti­vi­tà cul­tu­ra­li e del turi­smo Dario Fran­ce­schi­ni la Gal­le­ria Esten­se di Mode­na, dopo tre anni di chiu­su­ra a segui­to dei dan­ni ripor­ta­ti duran­te il sisma del mag­gio 2012.

Le novi­tà che atten­do­no il pub­bli­co, e il pro­gram­ma di Not­ti baroc­che con cui la Gal­le­ria e la cit­tà cele­bra­no l’avvenimento — instal­la­zio­ni d’arte con­tem­po­ra­nea, con­cer­ti, lezio­ni magi­stra­li, ora­rio di aper­tu­ra pro­ro­ga­to, visi­te gui­da­te e gra­tui­te alla Gal­le­ria — è sta­to illu­stra­to in con­fe­ren­za stam­pa da Ste­fa­no Casciu, già soprin­ten­den­te ai beni arti­sti­ci per le pro­vin­ce di Mode­na e di Reg­gio, e da qual­che set­ti­ma­na alla dire­zio­ne del Polo musea­le del­la Tosca­na, dal sin­da­co di Mode­na Gian Car­lo Muz­za­rel­li, da Andrea Lan­di, pre­si­den­te del­la Fon­da­zio­ne Cas­sa di rispar­mio di Mode­na, che sostie­ne il pro­gram­ma, Ste­fa­nia Car­gio­li, pre­si­den­te del con­si­glio diret­ti­vo del con­sor­zio per il Festi­val Filo­so­fia, e Miche­li­na Bor­sa­ri, diret­to­re scien­ti­fi­co del festi­val.

Inse­ri­ta dal­la recen­te rifor­ma mini­ste­ria­le, assie­me al Palaz­zo Duca­le di Sas­suo­lo e al Museo Lapi­da­rio Esten­se fra i ven­ti musei auto­no­mi nazio­na­li, la Gal­le­ria ha prov­ve­du­to, in que­sti anni di chiu­su­ra, a sana­re i gra­vi dan­ni infer­ti dal sisma e a ricon­so­li­da­re l’intera strut­tu­ra per un costo pari a cir­ca 760.000 euro, qua­si inte­ra­men­te soste­nu­to dal Mini­ste­ro dei Beni e del­le Atti­vi­tà Cul­tu­ra­li e del Turi­smo, oltre che dai con­tri­bu­ti di pri­va­ti e di azien­de.

Il nuo­vo per­cor­so espo­si­ti­vo, più ric­co e arti­co­la­to del pre­ce­den­te, met­te in mostra oltre sei­cen­to ope­re, tra dipin­ti, scul­tu­re, stru­men­ti musi­ca­li e ogget­ti di vario tipo; l’ordine cro­no­lo­gi­co e l’allestimento pen­sa­to negli anni 1968–1975 da Ama­lia Mez­zet­ti e pro­get­ta­to da Leo­ne Pan­cal­di sono sta­ti sostan­zial­men­te rispet­ta­ti, intro­du­cen­do però alcu­ne impor­tan­ti novi­tà tra cui il colo­re del­le pare­ti e del­le vol­te del­le sale, ora gio­ca­to su tre gam­me di gri­gio che esal­ta­no e valo­riz­za­no i capo­la­vo­ri espo­sti.

Nuo­vi, anche, gli appa­ra­ti infor­ma­ti­vi per il pub­bli­co, dal­le dida­sca­lie ai pan­nel­li di sala, e nuo­va l’illuminazione, anche se per ora limi­ta­ta al solo salo­ne dedi­ca­to alla pit­tu­ra emi­lia­na del Sei­cen­to, gra­zie ad un siste­ma di Led di ulti­ma gene­ra­zio­ne che si spe­ra di poter pre­sto vede­re este­so a tut­te le sale.

Il busto del duca Fran­ce­sco I d’Este, tra i capo­la­vo­ri asso­lu­ti di Gian Loren­zo Ber­ni­ni, è ora col­lo­ca­to su un inno­va­ti­vo basa­men­to anti­si­smi­co, in par­te finan­zia­to attra­ver­so una cam­pa­gna di cro­w­d­fun­ding.

L’agile volu­me La Gal­le­ria Esten­se di Mode­na. Gui­da bre­ve, a cura di Ste­fa­no Casciu ed edi­to da Fran­co Cosi­mo Pani­ni Edi­to­re, intro­du­ce alla sto­ria del museo e pro­po­ne sche­de di appro­fon­di­men­to di novan­ta­trè ope­re, sud­di­vi­se per sezio­ni tema­ti­che fra le col­le­zio­ni di anti­chi­tà, dipin­ti, le scul­tu­re ed arti deco­ra­ti­ve.

Approfondimenti

Cite this article as: Redazione, Ecco la nuova Galleria Estense di Modena!, in "STORIEDELLARTE.com", 29 maggio 2015; accessed 6 dicembre 2016.
http://storiedellarte.com/2015/05/ecco-la-nuova-galleria-estense-di-modena.html.

, , ,

No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: