Top Menu

Il Mondo Novo e le vedute d’ottica in esposizione a Venezia

Il Mondo novo. Dettaglio del pantascopio. Venezia, Fondazione Musei Civici © Leonardo Iuffrida

Il Mon­do novo. Det­ta­glio del pan­ta­sco­pio. Vene­zia, Fon­da­zio­ne Musei Civi­ci © Leo­nar­do Iuf­fri­da

L’esposizione alle­sti­ta all’ulti­mo pia­no del­la Mai­son Louis Vuit­ton a Vene­zia è dedi­ca­ta alle vedu­te set­te­cen­te­sche del “Mon­do Novo”, appel­la­ti­vo con cui era iden­ti­fi­ca­ta quel­la sor­ta di cas­so­ne mobi­le in legno uti­liz­za­to dagli ambu­lan­ti nel­le stra­de, nel­le piaz­ze e nei mer­ca­ti per intrat­te­ne­re e ral­le­gra­re cit­ta­di­ni di ogni età, offren­do loro a pochi spic­cio­li l’opportunità di sbir­cia­re den­tro un oblò alla sco­per­ta di luo­ghi e cit­tà qua­si del tut­to igno­te.
Un cele­bre affre­sco di Gian­do­me­ni­co Tie­po­lo, pro­ve­nien­te dal­la vil­la del­la fami­glia Tie­po­lo a Zia­ni­go e ora con­ser­va­to al Museo di Ca’ Rez­zo­ni­co a Vene­zia, illu­stra in manie­ra esem­pla­re quan­to abbia­mo appe­na espo­sto: la fol­la di curio­si si è rag­grup­pa­ta in fila, nell’attesa di poter guar­da­re den­tro l’apparecchio otti­co, al cui inter­no l’ambulante inse­ri­va varie stam­pe con vedu­te di cit­tà colo­ra­te a mano, mon­ta­te in arma­tu­re di pic­co­li telai, buche­rel­la­te, illu­mi­na­te arti­fi­cial­men­te e fil­tra­te da una serie di spec­chi affin­ché il riguar­dan­te potes­se otte­ne­re una visio­ne pro­spet­ti­ca e tri­di­men­sio­na­le, ad effet­to diur­no o not­tur­no.

Giandomenico Tiepolo (1727-1804), Il Mondo novo, 1791, affresco strappato. Venezia, Museo di Ca’ Rezzonico

Gian­do­me­ni­co Tie­po­lo (1727–1804), Il Mon­do novo, 1791, affre­sco strap­pa­to. Vene­zia, Museo di Ca’ Rez­zo­ni­co

Il visi­ta­to­re del­la mostra può fare la stes­sa l’esperienza in pri­ma per­so­na, osser­van­do inol­tre dal vivo die­ci esem­pla­ri ori­gi­na­li di inci­sio­ni del­la tipo­gra­fia Remon­di­ni, fun­zio­na­li all’uso e restau­ra­te per l’occasione assie­me allo stru­men­to otti­co: si trat­ta di ope­re appar­te­nen­ti alle col­le­zio­ni del­la Fon­da­zio­ne Musei Civi­ci di Vene­zia, che usu­frui­sce di un restau­ro finan­zia­to da Luis Vuit­ton, pre­stan­do­le affin­ché sia­no espo­ste accan­to all’opera di un arti­sta con­tem­po­ra­neo inte­res­sa­to allo stes­so tema, Ola­fur Elias­son, auto­re di Your Sta­rhou­se (2011).

L’installazione di Elias­son è un calei­do­sco­pio gigan­te for­ma­to da pan­nel­li a spec­chio, appog­gia­ti l’uno accan­to all’altro e soste­nu­ti da un pon­teg­gio visi­bi­le, in manie­ra tale da ren­de­re frui­bi­le lo spa­zio ester­no e inter­no per osser­va­re, inse­gui­re e rin­cor­re­re la pro­pria imma­gi­ne capo­vol­ta, scom­po­sta e rifles­sa, come in un gio­co. La stel­la col­lo­ca­ta al cen­tro cre­sce o dimi­nui­sce a secon­da dei pun­ti di vista dell’osservatore.

Espo­si­zio­ni come quel­la in esa­me offro­no la pos­si­bi­li­tà di fami­lia­riz­za­re con mate­ria­li e ogget­ti gene­ral­men­te non acces­si­bi­li al pub­bli­co, sal­vo nei casi in cui sia­no alle­sti­ti in musei a tema, come il Museo Nazio­na­le del Cine­ma a Tori­no e il Museo del Pre­ci­ne­ma a Pado­va.
L’incanto che si pro­va a guar­da­re den­tro il “Mon­do Novo” cor­ri­spon­de all’emozione e alla magia del­la sco­per­ta, anco­ra intat­te, poi­ché nono­stan­te i pro­gres­si del­la scien­za e del­la tec­no­lo­gia rima­ne viva l’aspirazione a sogna­re e a viag­gia­re in mon­di paral­le­li, descrit­ta magi­stral­men­te nel libro Le avven­tu­re di Ali­ce nel pae­se del­le mera­vi­glie, di Lewis Car­roll.

Proiezione con il Mondo Novo, a cura del Museo del Precinema di Padova. Padova, Piazzetta Pedrocchi © foto Umberto Colferai

Pro­ie­zio­ne con il Mon­do Novo, a cura del Museo del Pre­ci­ne­ma di Pado­va. Pado­va, Piaz­zet­ta Pedroc­chi © foto Umber­to Col­fe­rai

Mon­do Novo. Le vedu­te d’ottica & Ola­fur Elias­son
a cura di Car­lo Mon­ta­na­ro

19 dicem­bre 2014 – 26 apri­le 2015
Espa­ce Louis Vuit­ton
Vene­zia, Cal­le del Ridot­to 1353

Ora­ri di aper­tu­ra: dal lune­dì al saba­to 10.00–19.30; dome­ni­ca 10.30–19.30 (com­pre­si i gior­ni festi­vi)
ingres­so gra­tui­to

Per ulte­rio­ri infor­ma­zio­ni

 

 

Cite this article as: Debora Tosato, Il Mondo Novo e le vedute d’ottica in esposizione a Venezia, in "STORIEDELLARTE.com", 24 febbraio 2015; accessed 18 agosto 2017.
http://storiedellarte.com/2015/02/il-mondo-novo-e-le-vedute-dottica-in-esposizione-a-venezia.html.

, ,

No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: