Top Menu

Giotto secondo Bellosi

Giotto e collaboratori, Presepe di Greccio, 1290-1292 circa

Giot­to e col­la­bo­ra­to­ri, Pre­se­pe di Grec­cio, 1290–1292 cir­ca, Assi­si, Basi­li­ca supe­rio­re di San Fran­ce­sco

Giot­to e col­la­bo­ra­tori, Pre­sepe di Grec­cio, 1290–1292 cir­ca, As­sisi, Ba­si­lica su­pe­riore di San Fran­ce­sco

 

«[…] Cosa c’è di più moder­no in tut­ta l’arte occi­den­ta­le, ver­so il 1290–95, di que­ste Sto­rie di san Fran­ce­sco? E non si trat­ta sol­tan­to del­la riap­pro­pria­zio­ne del mon­do visi­bi­le in ter­mi­ni di volu­me e di spa­zio […] Dal­la figu­ra uma­na scom­pa­ri­va­no quel­le defor­ma­zio­ni gra­fi­che astrat­ti­ve, di for­mu­la­zio­ne bizan­ti­na, che con Cima­bue e col gio­va­ne Duc­cio si era­no sol­tan­to addol­ci­te: gli occhi-occhia­li, il naso a bec­co, le mani a for­chet­ta, l’anatomia segna­ta da righe sim­bo­li­che, il ven­tre a tre pan­ce, ecc. Le fisio­no­mie tor­na­no a dif­fe­ren­ziar­si fin qua­si a rasen­ta­re il ritrat­to […] L’anatomia uma­na si nor­ma­liz­za, con­qui­stan­do una veri­tà pri­ma sco­no­sciu­ta; ne è un esem­pio il nudo par­zia­le del gio­va­ne san Fran­ce­sco nel­la Rinun­cia ai beni, che, pur nell’impaccio come di cri­sa­li­de che rimar­rà sem­pre nei nudi tre­cen­te­schi, mostra una veri­tà straor­di­na­ria nel­la descri­zio­ne del­le sca­po­le e del­le costo­le che deve aver sba­lor­di­to i con­tem­po­ra­nei. Per la pri­ma vol­ta, in pit­tu­ra, la gen­te ritor­na a sor­ri­de­re, di un sor­ri­so che è qual­co­sa di più di quel­lo del­la scul­tu­ra fran­ce­se del­la secon­da metà del Due­cen­to, per­ché rap­pre­sen­ta solo uno dei tan­ti «affet­ti» che tor­na­no a segna­re il vol­to, il gesto e l’atteggiamento del­le figu­re, dopo tan­ti seco­li di com­pas­sa­ta eti­chet­ta gestua­le. Che impres­sio­ne dove­va fare sui con­tem­po­ra­nei la figu­ra del padre di san Fran­ce­sco nel­la Rinun­cia ai beni, che espri­me la pro­pria ira con­traen­do il vol­to, avan­zan­do con­tro il figlio, strin­gen­do il pugno e ten­den­do il brac­cio trat­te­nu­to sal­da­men­te da un ami­co! Gli occhi, il vol­to, l’atteggiamento, il gesto ritor­na­no ad esse­re par­lan­ti ed espres­si­vi. […]
Insie­me all’attenzione per gli aspet­ti indi­vi­dua­liz­zan­ti e con­cre­ti del visi­bi­le, con le Sto­rie di san Fran­ce­sco entra siste­ma­ti­ca­men­te nel­la pit­tu­ra ita­lia­na una con­ce­zio­ne posi­ti­va del con­tem­po­ra­neo.
Scom­pa­io­no, così, le ana­cro­ni­sti­che toghe, cla­mi­di e tuni­che del vestia­rio tar­do­ro­ma­no e orien­ta­le: quel­la di san Fran­ce­sco era una sto­ria moder­na ed era assur­do con­ti­nua­re a figu­rar­la in pan­ni anti­chi […] Dagli affre­schi di Assi­si in avan­ti la riva­lu­ta­zio­ne del con­tem­po­ra­neo diven­te­rà uno degli aspet­ti carat­te­riz­zan­ti del­la pit­tu­ra ita­lia­na del Tre e Quat­tro­cen­to, che vesti­rà in abi­ti moder­ni per­fi­no i per­so­nag­gi di sce­ne mol­to anti­che, al pun­to che spes­so si pos­so­no ave­re dei pre­ci­si pun­ti di rife­ri­men­to cro­no­lo­gi­co isti­tuen­do dei con­fron­ti con l’evoluzione del­la moda. […].
Ma asso­lu­ta­men­te ine­di­ta era la rap­pre­sen­ta­zio­ne siste­ma­ti­ca degli ambien­ti, dal­le archi­tet­tu­re alle sup­pel­let­ti­li, in ter­mi­ni di con­tem­po­ra­nei­tà; [..] nel­le Sto­rie di san Fran­ce­sco del­la Basi­li­ca Supe­rio­re di Assi­si ven­go­no ritrat­te per la pri­ma vol­ta del­le strut­tu­re archi­tet­to­ni­che moder­ne, non neces­sa­ria­men­te goti­che (anche se nel­la Pre­di­ca ad Ono­rio tro­via­mo le pri­me vol­te goti­che mes­se in pro­spet­ti­va del­la pit­tu­ra ita­lia­na), ma cer­to quel­le in fun­zio­ne nell’Italia cen­tra­le di allo­ra […].
E cosa dire del­la rico­stru­zio­ne di veri e pro­pri ambien­ti, come nel Pre­se­pe di Grec­cio l’interno di una chie­sa visto dal­la par­te dell’abside da die­tro l’iconostasi che le don­ne non pos­so­no oltre­pas­sa­re, da die­tro l’altare col suo ric­co cibo­rio, da die­tro il bada­lo­ne con il gran­de libro cora­le per i can­to­ri illu­mi­na­to da tan­te can­de­li­ne, da die­tro il pul­pi­to, da die­tro il cro­ci­fÏs­so ligneo che pen­de ver­so la nava­ta mostran­do solo il retro debi­ta­men­te par­chet­ta­to: imma­gi­ne sacra ridi­ven­ta­ta sem­pli­ce ogget­to. […] Cer­to, non ci pos­sia­mo aspet­ta­re una fedel­tà foto­gra­fi­ca, ma anche sol­tan­to l’idea di rico­strui­re alme­no indi­ca­ti­va­men­te un ambien­te rea­le èun fat­to tal­men­te straor­di­na­rio e nuo­vo nel­la sto­ria del­la pit­tu­ra […] da por­si come un pun­to d’arrivo, nono­stan­te che l’esecuzione di que­sto affre­sco sia impu­ta­bi­le in gran par­te alla bot­te­ga. […]».

Lucia­no Bel­lo­si, Moder­ni­tà rivo­lu­zio­na­ria del­le «Sto­rie di san Fran­ce­sco», in La peco­ra di Giot­to, Giu­lio Einau­di Edi­to­re, Tori­no 1997, pp. 61–66.


 

 

 

Cite this article as: Marialucia Menegatti, Giotto secondo Bellosi, in "STORIEDELLARTE.com", 21 dicembre 2014; accessed 6 dicembre 2016.
http://storiedellarte.com/2014/12/giotto-secondo-bellosi.html.

, , ,

3 Responses to Giotto secondo Bellosi

  1. leonherd 11 gennaio 2015 at 20:02 #

    Di gre­co in lati­no e ridus­se al moder­no…

  2. Andrea De Marchi 29 dicembre 2014 at 23:09 #

    Benis­si­mo recu­pe­ra­re le paro­le di Bel­lo­si sul Pre­se­pe di Grec­cio sot­to Nata­le, ma vi pre­go cor­reg­ge­te quel­la dida­sca­lia che non rispec­chia il suo pen­sie­ro!

    Giot­to e col­la­bo­ra­tori, San Fran­ce­sco ri­nun­cia ai beni ter­reni, 1295–1299 cir­ca, As­sisi, Ba­si­lica su­pe­riore di San Fran­ce­sco

    >
    Giot­to e col­la­bo­ra­tori, San Fran­ce­sco ri­nun­cia ai beni ter­reni, 1290–1292 cir­ca, As­sisi, Ba­si­lica su­pe­riore di San Fran­ce­sco

    Sono date che pesa­no come maci­gni, in que­sto caso!

    ADM

    • Redazione 30 dicembre 2014 at 09:25 #

      Gra­zie per la segna­la­zio­ne. Per­fet­ta­men­te ragio­ne.
      In effet­ti sono le stes­se date che abbia­mo inse­ri­to nel­la pri­ma dida­sca­lia e poi subi­to sot­to: cono­scia­mo mol­to bene il peso di quel­le date.
      Nel­la secon­da sono rima­ste, per la fret­ta, quel­le che cir­co­la­no in rete. Ce ne scu­sia­mo.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: