Top Menu

American Notations. Quando la partitura diventa arte (Lucca, Fond. Ragghianti, 21/11/14)

Pla­ce: Vil­la Bot­ti­ni, Luc­ca
Date: 21/11/2014 – 21/11/2014
Dead­li­ne:

Web­si­te: http://www.fondazioneragghianti.it

George-Crumb-Partitura-di-Twin-Suns-per-pianoforte-CopiaLa Fon­da­zio­ne Rag­ghian­ti di Luc­ca orga­niz­za per vener­dì 21 novem­bre alle ore 21 pres­so Vil­la Bot­ti­ni una sera­ta-even­to di gran­de inte­res­se.
“Ame­ri­can Nota­tions. Quan­do la par­ti­tu­ra diven­ta arte” è una con­fe­ren­za-con­cer­to mul­ti­me­dia­le e inter­di­sci­pli­na­re che inda­ga, secon­do una pro­spet­ti­va ori­gi­na­le e nuo­va, il tema del­le ibri­da­zio­ni e degli scam­bi tra ambi­ti espres­si­vi diver­si, con spe­ci­fi­co rife­ri­men­to al carat­te­re visua­le e ‘ico­ni­co’ assun­to dal­le par­ti­tu­re musi­ca­li del­le neoa­van­guar­die sta­tu­ni­ten­si degli anni Cin­quan­ta-Ses­san­ta del XX seco­lo.

La sera­ta, idea­ta da Clau­dio Pesta­loz­za e pre­sen­ta­ta dal­lo sto­ri­co dell’arte Pao­lo Bol­pa­gni, vede la par­te­ci­pa­zio­ne del famo­so pia­ni­sta Anto­nio Bal­li­sta, che inter­pre­ta bra­ni di John Cage, Mor­ton Feld­man, Hen­ry Cowell, Ear­le Bro­wn, Gor­ge Crumb e Cathy Ber­be­rian.
Duran­te l’esecuzione musi­ca­le saran­no pro­iet­ta­te, a cura del regi­sta e musi­co­lo­go Fran­ce­sco Lepri­no, le imma­gi­ni del­le rela­ti­ve par­ti­tu­re, per per­met­te­re al pub­bli­co di segui­re la cor­ri­spon­den­za tra suo­ni, segni e strut­tu­re visi­ve.

Pro­po­sta pre­ce­den­te­men­te e con gran­de suc­ces­so di pub­bli­co e cri­ti­ca a Palaz­zo Rea­le a Mila­no nell’ambito del pro­gram­ma “Autun­no ame­ri­ca­no”, la sera­ta sarà un’occasione per riflet­te­re sul­le rela­zio­ni tra musi­ca e arti visi­ve inter­cor­se negli Sta­ti Uni­ti del­la metà del Nove­cen­to, perio­do in cui lo svi­lup­po del­la pit­tu­ra anda­va di pari pas­so con quel­lo del­le avan­guar­die musi­ca­li, spes­so sul­la base di rela­zio­ni di ami­ci­zia e col­la­bo­ra­zio­ne tra arti­sti e com­po­si­to­ri.

Con que­sta con­fe­ren­za-con­cer­to si apre una nuo­va serie di appun­ta­men­ti che la Fon­da­zio­ne Rag­ghian­ti dedi­che­rà pro­prio al tema del­la com­mi­stio­ne del­le arti.
A tal pro­po­si­to affer­ma Pao­lo Bol­pa­gni, mem­bro del comi­ta­to scien­ti­fi­co del­la Fon­da­zio­ne Rag­ghian­ti, che “pro­por­re que­sta sera­ta di ‘incro­ci’ tra musi­ca e arti visi­ve alla Fon­da­zio­ne Rag­ghian­ti di Luc­ca tro­va il suo sen­so pro­prio nel riman­do alla dimen­sio­ne ‘aper­ta’ e inter­co­di­ce che sta­va alla base del­la con­ce­zio­ne di Car­lo Ludo­vi­co Rag­ghian­ti, nel suo inten­de­re i dif­fe­ren­ti ambi­ti crea­ti­vi come cam­pi inte­ra­gen­ti e non sepa­ra­bi­li, nel suo con­vin­to inte­res­se mul­ti­di­sci­pli­na­re”.

L’ingresso alla sera­ta è libe­ro fino a esau­ri­men­to dei posti (info 0583/467205)


From: Fon­da­zio­ne Cen­tro Stu­di sull’Arte Licia e Car­lo Ludo­vi­co Rag­ghian­ti

Cite this article as: Bacheca, American Notations. Quando la partitura diventa arte (Lucca, Fond. Ragghianti, 21/11/14), in "STORIEDELLARTE.com", 20 novembre 2014; accessed 8 dicembre 2016.
http://storiedellarte.com/2014/11/american-notations-quando-la-partitura-diventa-arte-lucca-fond-ragghianti-211114.html.
No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: