Top Menu

Strozzi e Michelangelo, La Notte

Sopra La Notte del Buonarroto, di Giovanni Strozzi


La Not­te che tu vedi in sì dol­ci atti

dor­mir, fu da un Ange­lo scol­pi­ta

in que­sto sas­so, e, per­ché dor­me, ha vita:

desta­la, se nol cre­di, e par­le­rat­ti.

Risposta del Buonarroto


Caro m’è ‘l son­no, e più l’esser di sas­so,

men­tre che ‘l dan­no e la ver­go­gna dura;

non veder, non sen­tir, m’è gran ven­tu­ra;

però non mi destar, deh, par­la bas­so.

Michelangelo, Notte

Miche­lan­ge­lo Buo­nar­ro­ti, Not­te, par­ti­co­la­re, 1526–1531, Firen­ze, Chie­sa di San Loren­zo, Sacre­stia Nuo­va (Pho­to: Hil­de Lotz-Bauer) – Inte­ro.


Miche­lan­gio­lo Buo­nar­ro­ti, Rime, a cura di Enzo Noè Girar­di, Bari, Later­za 1960 (“Scrit­to­ri d’Italia”), pp. 117, 403 (cfr. anche l’ed. Gua­sti, 1863). Vedi anche Char­les Bau­de­lai­re, L’Idéal, in Fleurs du mal, Paris 1857.

 

Cite this article as: Redazione, Strozzi e Michelangelo, La Notte, in "STORIEDELLARTE.com", 8 dicembre 2013; accessed 5 dicembre 2016.
http://storiedellarte.com/2013/12/strozzi-e-michelangelo-la-notte.html.

, ,

No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: