Top Menu

Date e centenari: Marco Boschini (1602–1681)

Il testo che segue è alla base di un articolo uscito ieri su "il Gazzettino" di Venezia per discutere il centenario della nascita di Marco Boschini. Purtroppo l'articolo presenta una svista in merito alla data di nascita di Boschini del cui ritrovamento si dava notizia per la prima volta. Crediamo utile proporlo in questo spazio per arginare subito il diffondersi di errori, ma anche per invitare a riflettere sulla trita consuetudine di collegare gli studi ai centenari o ad altre ricorrenze, come se non ci fosse altro modo per supportare gli studi. Forse Marco Boschini - così come altre grandi figure della storia dell'arte - merita studi e ricerche anche se non è il suo compleanno. [NdR]

Ritratto di Marco Boschini Grazie a una meritoria Legge Regionale (16/3/2006, n. 4), ogni anno nel Veneto si promuovono “celebrazioni speciali in occasione della commemorazione di eventi storici di grande rilevanza o di personalità venete di prestigio nazionale o internazionale”. Tra le personalità selezionate quest’anno figura Marco Boschini: il maggiore critico d’arte e letterato dialettale del Seicento. Pittore “più per diletto che per altro”, restauratore, incisore, letterato, poeta, miniatore, geografo, intendente e sensale d’arte, il veneziano ha votato la sua esistenza a dimostrare e proclamare la superiorità di Venezia sulle altre scuole regionali. In lui l’intendente e l’artista della parola si fondono in un’unica figura di intellettuale, la cui peculiarità sta nel gusto per il colore e il movimento.

Più che auspicabile un progetto celebrativo dedicato alla figura di Marco Boschini, ma non si possono nascondere, a mio avviso, i dubbi non nuovi relativi alla data di nascita di Boschini.
Sembra essere stata concessa, infatti, eccessiva autorità a una fonte settecentesca (il pittore Nadal Melchiori), per altro già ampiamente revocata in dubbio e contraddetta da indizi documentari acquisiti agli studi da tempo: dati, da soli, sufficienti a togliere attendibilità al 1613 tramandato dal Melchiori. Da decenni infatti è entrato nella letteratura sul personaggio il necrologio del 1681 (1680 more veneto) che, dicendo Boschini deceduto all’età di 75 anni, indica nel 1605 circa la sua data di nascita. A chi obiettasse che questo tipo di registrazione ha dimostrato in diversi casi margini di approssimazione, si può rispondere che, nonostante qualche sempre possibile scostamento, resta fonte ufficiale assai più credibile del ricordo di un memorialista non suo contemporaneo (senza contare la possibilità di una sua confusione tra 1613 e 1603). Ancora. Era noto da tempo che nel 1629 il pittore si era affrancato andando a vivere in una casa a San Marcuola presa in affitto dalla Scuola di San Rocco e certo non lo aveva fatto a sedici anni, età nella quale un modesto artista come lui non avrebbe potuto mantenersi. Ben difficilmente la pigione gli era passata dal padre Zuan Antonio, presente nel contratto di locazione in veste di “piezo” (mallevatore), cosa assai comune in questo tipo di atti. Si badi che neppure il precocissimo e rampante Jacopo Tintoretto è stato in grado di mettere su bottega prima dei 18 anni. Un’altra fonte biografica pluricitata (il pittore Novelli) poi segnala la famiglia di Boschini abitante nella parrocchia di Sant’Aponal (Sant’Apollinare) prima del passaggio a San Marcuola, residenza non occasionale se, come ricorda lo stesso Marco nel suo celebre La Carta del Navegar Pitoresco (1660), nella omonima chiesa i Boschini avevano il loro sepolcro.

A questo punto, un controllo sul registro dei battesimi della parrocchia di Sant’Aponal ha consentito di reperire la registrazione del battesimo di Marco Boschini figlio di Zuan Antonio, “marzer al panion” (venditore di panni) che ne certifica inequivocabilmente la nascita il giorno 5 ottobre 1602 in quella parrocchia (o subito prima, dato che all’epoca funestata da grande mortalità neonatale il battesimo era immediato), due anni dopo la sorella Anna, nata il 4 marzo 1600 - non Ottavia come si credeva (Venezia, Parrocchia di Sant’Aponal, Registro Battesimi, alla data).

 

Cite this article as: Vincenzo Mancini, Date e centenari: Marco Boschini (1602–1681), in "STORIEDELLARTE.com", 1 dicembre 2013; accessed 24 maggio 2017.
http://storiedellarte.com/2013/12/date-e-centenari-marco-boschini-1602-1681.html.

,

One Response to Date e centenari: Marco Boschini (1602–1681)

  1. Comitato per le Celebrazioni boschiniane 3 dicembre 2013 at 22:03 #

    Sul Gaz­zet­ti­no del 30 novem­bre – e più gar­ba­ta­men­te su que­sto sito – si accen­de una pole­mi­ca dal tito­lo “Il caso Boschi­ni. La Regio­ne finan­zia il cen­te­na­rio sba­glia­to”. I fat­ti in due paro­le. Per cele­bra­re lo sto­rio­gra­fo Mar­co Boschi­ni – la cui data di nasci­ta una fon­te di pri­mo ‘700 indi­ca­va nel 1613 – è sta­ta atti­va­ta un’iniziativa cele­bra­ti­va per l’anno 2013, soste­nu­ta dal­la Regio­ne del Vene­to (sul­la base del­la leg­ge dei cen­te­na­ri), che avrà il suo ful­cro in un con­ve­gno inter­na­zio­na­le che si ter­rà pres­so l’Università di Vero­na nel giu­gno del 2014. Ad esso par­te­ci­pe­ran­no 25 pre­sti­gio­si stu­dio­si ita­lia­ni e stra­nie­ri di pri­mis­si­mo livel­lo e l’evento con­sen­ti­rà di foca­liz­za­re l’attenzione su una figu­ra poco cono­sciu­ta dal gran­de pub­bli­co ma di straor­di­na­ria impor­tan­za nel­la cul­tu­ra vene­zia­na, vene­ta, ita­lia­na ed euro­pea del XVII seco­lo. Ora Vin­cen­zo Man­ci­ni dichia­ra di aver tro­va­to l’atto di bat­te­si­mo di Boschi­ni che ne fis­sa la data al 1602: allo stes­so risul­ta­to, pri­ma di lui, era giun­ta una Maria Stel­la Alfon­si, che ne rela­zio­ne­rà al con­ve­gno: del­la cosa si era già par­la­to ampia­men­te in occa­sio­ne di una riu­nio­ne del Comi­ta­to scien­ti­fi­co dell’evento. E’ la ripro­va che que­sto tipo di ini­zia­ti­ve ser­vo­no alla ricer­ca: sen­za di esse, for­se, quell’atto sareb­be rima­sto sepol­to, come è da seco­li, nell’archivio … La pole­mi­ca è, peral­tro, del tut­to pre­te­stuo­sa con­si­de­ran­do che – come sareb­be sta­to sem­pli­ce appu­ra­re veri­fi­can­do i pre­ce­den­ti comi­ta­ti per i cen­te­na­ri – essi non devo­no neces­sa­ria­men­te cade­re ad annum, ma ser­vo­no da spun­to con il pri­mo fine di valo­riz­za­re per­so­na­li­tà ed even­ti che lo neces­si­ta­no. Gra­zie a que­sto con­ve­gno, e alle ini­zia­ti­ve ad esso col­le­ga­te, un gigan­te dimen­ti­ca­to del­la cul­tu­ra vene­ta sarà riva­lu­ta­to, nel ruo­lo che gli spet­ta, a livel­lo nazio­na­le e inter­na­zio­na­le. E que­sto è l’importante.
    Prof. Enri­co Maria Dal Poz­zo­lo (Uni­ver­si­tà di Vero­na – pre­si­den­te del Comi­ta­to per le cele­bra­zio­ni boschi­nia­ne), Prof. Fran­co Ber­na­bei (Uni­ver­si­tà di Pado­va), Prof.ssa Pao­la Mari­ni (Museo di Castel­vec­chio, Vero­na), Prof.ssa Ste­fa­nia Mason (Uni­ver­si­tà di Udi­ne), Prof.ssa Lore­da­na Oli­va­to (Uni­ver­si­tà di Vero­na), Prof. Lio­nel­lo Pup­pi (Uni­ver­si­tà di Ca’ Fosca­ri, Vene­zia), Prof. Gian­pao­lo Roma­gna­ni (Uni­ver­si­tà di Vero­na, Diret­to­re del Dipar­ti­men­to Tesis) – Mem­bri del Comi­ta­to per le cele­bra­zio­ni boschi­nia­ne.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: