Top Menu

Henry James, Tintoretto a San Cassiano

«Il ragazzino giunse con il sacrestano e la chiave, e venimmo introdotti alla presenza della Crocifissione di Tintoretto, una delle massime tele della scuola veneziana. Come il lettore che ha viaggiato ricorderà, due sono i capolavori in cui il Tintoretto ha svolto questo tema sconvolgente. Il maggiore e più complesso si trova alla Scuola di San Rocco, quello di cui sto parlando, piccolo, semplice e sublime, occupa il lato sinistro del modesto coro della chiesetta disadorna [di San Cassiano] in cui eravamo entrati; ed è degno di nota per essere – salvo due o tre eccezioni – l’opera meglio conservata del suo incomparabile pittore. Mai, credo, in tutto il campo dell’arte, un risultato tanto possente è stato raggiunto con mezzi così semplici e raffinati; mai l’intelligente scelta di mezzi per ottenere un dato effetto è stata perseguita con arte così magistrale. Al nostro sguardo si presenta l’intima essenza della grande tragedia che il dipinto descrive. Nessuna Madonna in deliquio, nessuna Maddalena consolatrice, niente beffardi contrasti, niente crudeltà nella folla circostante. Contempliamo la cima silenziosa del Calvario. A destra sorgono le tre croci, quella del Salvatore è più in avanti. Appoggiata a essa, una scala a pioli sostiene un aguzzino col turbante, chino in avanti a ricevere la spugna che un compagno gli porge. Sulla cresta della collina gli elmi e le lance di una schiera di soldati completano la sinistra scena. Il realismo del quadro va al di là di ogni parola: difficile dire che cosa impressiona di più, se il nudo orrore dell’evento rappresentato, o la potenza espressiva del pittore. Ti vien di fatto di levare al cielo una muta preghiera di ringraziamento per essere, per quanto ti riguarda, privo della terribile chiaroveggenza del genio.»

 

Henry James, Compagni di viaggio, in Racconti italiani, traduzione a cura di Maria Luisa Castellani Agosti, note ai testi di Maurizio Ascari, Edizioni Einaudi, Torino 1996, p. 31 (prima edizione: 1870).

Tintoretto, Crocifissione, San Cassiano

Jacopo Tintoretto, Crocifissione, 1568, Venezia, Chiesa di San Cassiano, tela, cm 341 x 371.

Cite this article as: Debora Tosato, Henry James, Tintoretto a San Cassiano, in "STORIEDELLARTE.com", 2 ottobre 2013; accessed 23 marzo 2017.
http://storiedellarte.com/2013/10/henry-james-tintoretto-a-san-cassiano.html.

, ,

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: