Top Menu

Un nuovo “Cristo risorto” del giovane Tiziano (aggiornato)

L’annun­cia­ta due gior­ni pado­va­na, a ridos­so del­la chiu­su­ra del­la mostra “Pie­tro Bem­bo e l’invenzione del Ri­na­sci­mento”, non ha fat­to man­ca­re spun­ti e rifles­sio­ni, car­te d’archivio, con­tri­bu­ti e novi­tà nel cor­so del con­ve­gno “Pie­tro Bem­bo e le arti”, del qua­le abbia­mo già dato qual­che cen­no. Ora atten­dia­mo la pub­bli­ca­zio­ne degli atti.

Il semi­na­rio del 15 mag­gio, “Il Cri­sto ri­sorto. Ri­torno sul­la gio­vi­nezza di Ti­ziano”, che evo­ca­va chia­ra­men­te un tema assai caro a San­dro Bal­la­rin, non ha man­ca­to di amma­lia­re e qua­si stor­di­re con la bel­lez­za del nuo­vo Cri­sto risor­to di col­le­zio­ne pri­va­ta ora attri­bui­to al gio­va­ne Tizia­no.

Un det­ta­glio del Cri­sto risor­to anti­ci­pa­to attra­ver­so la locan­di­na già ave­va ecci­ta­to la curio­si­tà di mol­ti per la bel­lez­za di quel­le vesti rigon­fie e stra­paz­za­te su cui rido­no bian­chi argen­ti­ni e «bru­cia­tu­re azzur­re» o per il miste­ro di quel fon­da­le espres­sio­ni­sta dove si con­su­ma­no le ulti­me luci del gior­no e si impa­sta­no le ombre degli albe­ri.
Il col­po quin­di non s’è fat­to atten­de­re ed è sce­so ine­so­ra­bi­le sul pub­bli­co all’apertura del­le oltre tre ore di «let­tu­ra osti­na­ta­men­te sti­li­sti­ca» sul­la gio­vi­nez­za del pit­to­re, secon­do la defi­ni­zio­ne del­lo stes­so Bal­la­rin. L’inedito Cri­sto risor­to, che Bal­la­rin dice di cono­sce­re in foto­gra­fia da diver­si anni e di ave­re per­so­nal­men­te esa­mi­na­to nel 2011, ha dato il via dun­que a una nuo­va rifles­sio­ne sul­la gio­vi­nez­za di Tizia­no.

Si trat­ta di un’opera di col­le­zio­ne pri­va­ta tede­sca, di un for­ma­to mode­sto, che sem­bre­reb­be ave­re una sto­ria col­le­zio­ni­sti­ca che non risa­le oltre il XIX seco­lo e gode di un discre­to sta­to di con­ser­va­zio­ne. Un Cri­sto, dun­que, che si erge trion­fan­te sul­la lastra del sepol­cro che va col­lo­ca­to, secon­do Bal­la­rin, in un momen­to ben pre­ci­so del­la gio­vi­nez­za del pit­to­re, all’altezza cioè degli affre­schi del­la Scuo­la del San­to a Pado­va, 1511 cir­ca.

In una bre­ve gal­le­ry vi pro­po­nia­mo alcu­ne imma­gi­ni del nuo­vo dipin­to trat­te dal­le dia­po­si­ti­ve pro­iet­ta­te nel cor­so del­la con­fe­ren­za tenu­ta­si a Pado­va, l’altro gior­no, nel­la bel­la Sala del Gua­rien­to pres­so l’Accademia Gali­leia­na di Scien­ze, Let­te­re ed Arti. Sono imma­gi­ni di for­tu­na, natu­ral­men­te, le uni­che per il momen­to dispo­ni­bi­li, pri­ma che l’opera ven­ga pub­bli­ca­ta. Ma in esse for­se è già pos­si­bi­le coglie­re la for­za di un nuo­vo capo­la­vo­ro gio­va­ni­le del mae­stro vene­zia­no.

Aggior­na­men­to: Le imma­gi­ni sono sta­te rimos­se a cau­sa del­la bas­sa qua­li­tà del­le ripro­du­zio­ni che non ren­de giu­sti­zia del­la straor­di­na­ria qua­li­tà del dipin­to. In atte­sa del­la pub­bli­ca­zio­ne di imma­gi­ni ade­gua­te, godia­mo­ci que­sto splen­di­do det­ta­glio.

Aggior­na­men­to (23.09.2013): il dipin­to è final­men­te pub­bli­ca­to nel Bur­ling­ton Maga­zi­ne e sono dispo­ni­bi­li imma­gi­ni di otti­ma qua­li­tà.

cristo-risorto 1

Cite this article as: Sergio Momesso, Un nuovo “Cristo risorto” del giovane Tiziano (aggiornato), in "STORIEDELLARTE.com", 19 maggio 2013; accessed 25 giugno 2017.
http://storiedellarte.com/2013/05/un-nuovo-cristo-risorto-del-giovane-tiziano.html.

, ,

12 Responses to Un nuovo “Cristo risorto” del giovane Tiziano (aggiornato)

  1. Sergio Momesso 21 maggio 2013 at 23:56 #

    Il qua­dro ver­rà pre­sen­ta­to anche doma­ni a Mona­co da Artur Rose­nauer.

    Artur Rose­nauer, Wien Ein unbe­kann­ter Tizian – Über­le­gun­gen zum Frü­h­werk des Kün­stlers
    – Vor­trag am 22. Mai 2013, 18 Uhr c.t.
    – Vor­trag­sraum 242, II. OG, Katha­ri­na-von-Bora-Straße 10, 80333 Mün­chen

    Eine der For­schung bisher unbe­kann­te, monu­men­ta­le Dar­stel­lung eines Aufer­stan­de­nen soll in dem Vor­trag vor­ge­stellt wer­den. Die nicht immer ganz ein­fa­chen Fra­gen der Chro­no­lo­gie wer­den den Ausgang­spunkt zu Über­le­gun­gen über das Frü­h­werk Tizians bil­den.

    Link

  2. Charles Davis 20 maggio 2013 at 17:46 #

    Pec­ca­to che sono sta­te tol­te le imma­gi­ni del­le dia­po­si­ti­ve. Il dipin­to fará il Debüt a Mona­co mer­co­le­dì pros­si­mo allo Zen­tra­lin­sti­tut für Kunst­ge­schi­ch­te: Artur Rose­nauer, Wien,
    Ein unbe­kann­ter Tizian – Über­le­gun­gen zum Frü­h­werk des Kün­stlers.

    • Serena D'Italia 20 maggio 2013 at 18:49 #

      Gra­zie per l’informazione, allo­ra avre­mo pre­sto del­le bel­le foto…

  3. Caterina Bon 19 maggio 2013 at 21:20 #

    Devo dire – non sono esper­ta di arte vene­ta del Cin­que­cen­to – ma lascia­no parec­chio per­ples­si per un’ attri­bu­zio­ne a Tizia­no
    1) il pan­neg­gio del peri­zo­ma di Cri­sto
    3) il modo di trat­ta­re la capi­glia­tu­ra del Cri­sto

  4. Rafa Nadal 19 maggio 2013 at 16:53 #

    Beh, dato che Gior­gio­ne non è mai esi­sti­to, può anche esse­re che non sia “esi­sti­to” lo stes­so Tizia­no …

  5. Augusto Gentili 19 maggio 2013 at 14:35 #

    non vedo cosa pos­sa esser­ci di immo­de­ra­to…

  6. Augusto Gentili 19 maggio 2013 at 14:34 #

    Se que­sto è Tizia­no io sono Rafa Nadal

    • Sergio Momesso 19 maggio 2013 at 15:59 #

      Gra­zie per il com­men­to.
      Cer­to, si trat­ta di un’attribuzione che può e deve esse­re discus­sa. Ma per far­lo seria­men­te dovre­mo pre­sto ave­re la pos­si­bi­li­tà di osser­va­re il dipin­to ori­gi­na­le.
      Que­sti scat­ti dal­le dia­po­si­ti­ve ser­vo­no solo a segna­la­re la que­stio­ne a chi non era pre­sen­te.

      Un cor­dia­le salu­to

  7. Mario Colleoni 19 maggio 2013 at 13:12 #

    Scu­sa­te. Quan­do saran­no pub­bli­ca­te le atti del con­ve­gno? Oppu­re sono già sta­te pub­bli­ca­te? Gra­zie.

    • Sergio Momesso 19 maggio 2013 at 15:49 #

      Da qual­che gior­no cir­co­la nel book­shop del­la mostra sul Bem­bo a Pado­va il volu­me con gli atti del con­ve­gno del 2011.
      Gli atti di que­sti semi­na­ri ovvia­men­te non pos­so­no già esse­re pron­ti, ma spe­ria­mo che lo sia­no mol­to pre­sto.
      Salu­ti

  8. Caterina Bon 19 maggio 2013 at 12:32 #

    E un con­fron­to anche col San Gio­van­ni Bat­ti­sta dell’Accademia?

    • Sergio Momesso 19 maggio 2013 at 15:48 #

      Duran­te la con­fe­ren­za sono sta­ti pro­po­sti mol­ti altri con­fron­ti rispet­to ai pochi che ci è sta­to pos­si­bi­le pro­por­re qui. Si potreb­be aggiun­ge­re cer­to anche que­sto con­fron­to, data­bi­le for­se attor­no al 1530–32. Maga­ri anche solo per misu­ra­re la distan­za dal nuo­vo dipin­to.

      Gra­zie per aver­lo ricor­da­to.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: