Top Menu

storiedellarte 2

Happy-birthday-two3-rsz1Oggi, che è dome­ni­ca e non dob­bia­mo lavo­ra­re, sia­mo riu­sci­ti a tira­re fuo­ri final­men­te una can­de­li­na e un dol­cet­to per festeg­gia­re sobria­men­te due anni di “sto­rie­del­lar­te”. Ma anche per but­ta­re giù due paro­le sul­la nuo­va ver­sio­ne di que­sto sito, che len­ta­men­te sta pren­den­do for­ma.

2 anni

Il 19 gen­na­io 2011 usci­va il nostro pri­mo post dal tito­lo sem­pli­ce e un po’ pro­gram­ma­ti­co di “sto­rie dell’arte”. Una recen­sio­ne bre­ve e nel­lo stes­so tem­po un pia­no di lavo­ro: cioè usa­re, sen­za sno­bi­smo e sen­za pau­ra, l’internet e la for­ma del blog per sele­zio­na­re e discu­te­re quan­to si tro­va onli­ne, secon­do il metro par­ti­co­la­ris­si­mo di chi vor­reb­be stu­dia­re sto­ria dell’arte pro­fes­sio­nal­men­te. Ma anche per por­ta­re nel web quan­to, per diver­si moti­vi, rischia­va di non arri­var­ci mai o solo con gran­de dif­fi­col­tà. Con­sa­pe­vo­li che non avre­mo fat­to mol­ta stra­da da soli e che lo spa­zio dove­va esse­re aper­to, al blog abbia­mo aggiun­to subi­to, sen­za indu­gio, la par­te socia­le, com­po­sta da stru­men­ti come Face­book e Twit­ter, che in mol­ti poi han­no impa­ra­to ad usa­re in modo simi­le. In quel momen­to que­sto pote­va sem­bra­re anco­ra un pic­co­lo azzar­do e c’era pure chi ci ricor­da­va che «gli sto­ri­ci dell’arte seri non scri­vo­no in un blog». Per for­tu­na, non ci sia­mo mai pre­si trop­po sul serio… Invia­mo per­ciò un gran­de rin­gra­zia­men­to a chi fin da subi­to ha apprez­za­to e soste­nu­to que­sta nostra poca “serie­tà”.

Nono­stan­te la fati­ca di con­ci­lia­re, gior­no dopo gior­no, que­sta ini­zia­ti­va con gli impe­gni di lavo­ro, ci sia­mo diver­ti­ti a com­pie­re tan­ti espe­ri­men­ti e tan­ti con­ti­nue­re­mo a far­ne in futu­ro. Ma lo sce­na­rio in cui ci muo­via­mo ora è già cam­bia­to: nel web la pre­sen­za di sto­ri­ci dell’arte (o pre­sun­ti tali) è aumen­ta­ta e l’offerta di con­te­nu­ti sto­ri­co-arti­sti­ci, ben­ché di varia qua­li­tà, cre­sce in modo costan­te. E natu­ral­men­te cre­sce di pari pas­so anche la doman­da di stru­men­ti ben fat­ti e con­trol­la­ti. La sfi­da ades­so, a nostro avvi­so, si è spo­sta­ta più di pri­ma sul­la pro­du­zio­ne di con­te­nu­ti di qua­li­tà e sul­la crea­zio­ne di stru­men­ti per col­le­gar­li o per riu­ni­re risor­se dispo­ni­bi­li onli­ne: un esem­pio fra tan­ti, l’apertura del can­tie­re “Get­ty Research Por­tal”. Con i mez­zi a nostra dispo­si­zio­ne cre­dia­mo sia impor­tan­te inve­ce comin­cia­re a rac­con­ta­re la sto­ria dell’arte, qui e ora, ine­vi­ta­bil­men­te per fram­men­ti, appun­ti, imma­gi­ni sen­za paro­le, pagi­ne volan­ti, di car­ta e digi­ta­li. Per fram­men­ti, come le nostre vite, del resto, e in modo infor­ma­le, in un lin­guag­gio acces­si­bi­le, in atte­sa di riu­ni­re e dare for­ma com­piu­ta, soli­da o digi­ta­le, a quan­to pro­dot­to, alle sto­rie dell’arte così rac­con­ta­te.

Versione 2

Per que­sto, a par­ti­re da dicem­bre, sono cam­bia­te un po’ di cose nel­la strut­tu­ra gra­fi­ca e nel­la gestio­ne dei con­te­nu­ti di que­sto blog, che sta assu­men­do sem­pre più la for­ma di un maga­zi­ne onli­ne. Ave­va­mo biso­gno infat­ti di una strut­tu­ra mol­to più fles­si­bi­le, che ci per­met­tes­se di varia­re anche gra­fi­ca­men­te la pre­sen­ta­zio­ne dei con­te­nu­ti e le diver­se tipo­lo­gie di arti­co­li che inten­dia­mo pub­bli­ca­re. Man­te­nen­do però un for­te con­trol­lo sul­la for­ma “tipo­gra­fi­ca” fina­le e una faci­le acces­si­bi­li­tà dei testi dai diver­si dispo­si­ti­vi in com­mer­cio. Il tema gra­fi­co è infat­ti anco­ra più “respon­si­ve” del pre­ce­den­te, come si può osser­va­re con­sul­tan­do il sito da uno smart­pho­ne (fig. 1-2). Anche la scel­ta dei carat­te­ri per il cor­po del testo e per i tito­li degli arti­co­li, rispet­ti­va­men­te Open Sans e Droid Serif mes­si a dispo­si­zio­ne da Goo­gle (fig. 3-4), deri­va qua­si esclu­si­va­men­te dal­la ricer­ca di una buo­na leg­gi­bi­li­tà attra­ver­so i diver­si stru­men­ti e siste­mi ope­ra­ti­vi. Tut­ta­via gli espe­ri­men­ti con­ti­nue­ran­no, soprat­tut­to quel­li tipo­gra­fi­ci: ci piac­cio­no trop­po.

La nuo­va for­ma in qual­che modo rispec­chia l’evoluzione del grup­po di lavo­ro, la reda­zio­ne cioè. Die­tro le quin­te infat­ti si muo­vo­no sta­bil­men­te già da un po’ di tem­po gran­di col­la­bo­ra­to­ri come Maria­lu­cia Mene­gat­ti e Mat­tia Vin­co, che sup­por­ta­no diret­ta­men­te il lavo­ro quo­ti­dia­no e ci stan­no aiu­tan­do a svi­lup­pa­re i mol­ti pro­get­ti in can­tie­re.

Ora sof­fia­mo sul­la can­de­li­na ed espri­mia­mo un desi­de­rio…

 

Cite this article as: Redazione, storiedellarte 2, in "STORIEDELLARTE.com", 20 gennaio 2013; accessed 28 giugno 2017.
http://storiedellarte.com/2013/01/storiedellarte-2.html.

, ,

6 Responses to storiedellarte 2

  1. wanda rotelli tarpino 25 febbraio 2013 at 17:15 #

    Mol­ti Augu­ri!! Solo 2 anni ma già così indi­spen­sa­bi­li! Bra­vi!

  2. Daniele Pitrolo 22 gennaio 2013 at 15:18 #

    Bra­vi! Una voce ed uno stru­men­to di aggre­ga­zio­ne impor­tan­ti.

  3. Luca Giacomelli 21 gennaio 2013 at 14:38 #

    Tan­tis­si­mi augu­ri. Fie­ro di aver con­tri­bui­to, anche se in pic­co­lo… 🙂

    • Redazione 22 gennaio 2013 at 00:09 #

      Gra­zie, Luca.
      Fie­ri di aver­ti avu­to tra i nostri! 🙂
      Potre­sti repli­ca­re pri­ma o poi, no?

      Ciao,
      sm

Trackbacks/Pingbacks

  1. Raccontare l’arte nel web: il Metropolitan comincia! | STORIE DELL’ARTE - 25 gennaio 2013

    […] cin­que gior­ni fa, in oc­ca­sione del com­pleanno di que­sto blog, ri­flet­te­vamo sul­la ne­ces­sità, oggi, […]

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: