Top Menu

Il Louvre trasloca a Lens

Ieri era il 12 dicem­bre, ma nes­sun meteo­ri­te si è pre­sen­ta­to all’appello. Pun­tua­lis­si­ma inve­ce è sta­ta l’inaugurazione del­la nuo­va sede distac­ca­ta del Lou­vre nel­la cit­ta­di­na di Lens, all’estremo nord del­la Fran­cia. Si trat­ta di un edi­fi­cio enor­me, costa­to 150 milio­ni di euro e idea­to per spin­ge­re alla ricon­ver­sio­ne in meta turi­sti­ca una zona che una vol­ta era un fio­ren­te distret­to mine­ra­rio, ora mes­so in ginoc­chio dal­la cri­si.

Le imma­gi­ni dell’allestimento cir­co­la­no già da qual­che gior­no, ma nes­su­na testa­ta ita­lia­na – ad ecce­zio­ne de “Il Gior­na­le dell’Arte” – ha fat­to cen­no alle pole­mi­che che si sono sca­te­na­te attor­no a que­sto pro­get­to. Per far­vi un’idea pote­te ricor­re­re agli archi­vi de “La Tri­bu­ne de l’Art” o a qual­che voce ingle­se, come quel­le di Jona­than Jones e di Rowan Moo­re.

Le cri­ti­che sono sta­te di diver­so gene­re, eco­no­mi­co, poli­ti­co e cul­tu­ra­le, ma l’aspetto che ha fat­to più discu­te­re è sta­ta la crea­zio­ne del­la cosid­det­ta Gale­rie du Temps, 120 metri di allu­mi­nio ano­diz­za­to in cui due­cen­to ‘capo­la­vo­ri’, pre­si in pre­sti­to a rota­zio­ne dal­la casa madre pari­gi­na, sono dispo­sti sen­za alcun dise­gno cri­ti­co in una lun­ga infi­la­ta cro­no­lo­gi­ca. La lista del­le ope­re di cui il Lou­vre si è pri­va­to per que­sta inau­gu­ra­zio­ne è impres­sio­nan­te, dal­la Sant’Anna di Leo­nar­do (appe­na restau­ra­ta) alla Liber­tà che gui­da il popo­lo di Dela­croix, pas­san­do per il Ritrat­to di Bal­das­sar­re Casti­glio­ne di Raf­fael­lo, stac­ca­to dal muro sen­za nem­me­no atten­de­re la fine del­la mostra sul San­zio in cor­so.

Solo il tem­po ci dirà se il Lou­vre Lens – que­sto sì pla­na­to come un gros­so meteo­ri­te nel bel mez­zo del deser­to – pro­dur­rà effet­ti­va­men­te un flus­so turi­sti­co costan­te nel­la zona, o se for­se sareb­be sta­to meglio inve­sti­re quei 150 milio­ni in un pro­get­to indu­stria­le stu­dia­to con atten­zio­ne. Quel­lo che è cer­to è che que­sta sala, geli­da come un super­mer­ca­to, rap­pre­sen­ta al momen­to la più for­te nega­zio­ne isti­tu­zio­na­liz­za­ta del­la museo­lo­gia e anche del­la sto­ria dell’arte, inte­sa come stu­dio dei rap­por­ti orga­ni­ci tra le ope­re.

 

La Galerie du Temps del Louvre Lens (foto dal sito del museo)

La Gale­rie du Temps del Lou­vre Lens (foto dal sito del museo)

Cite this article as: Serena D'Italia, Il Louvre trasloca a Lens, in "STORIEDELLARTE.com", 13 dicembre 2012; accessed 24 maggio 2017.
http://storiedellarte.com/2012/12/il-louvre-trasloca-a-lens.html.

, ,

No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: