Top Menu

Venezia: il “Davide e Golia” di Tiziano a Palazzo Grimani

Si è con­clu­so il restau­ro del David e Golia, il gran­de tele­ro che Tizia­no dipin­ge, insie­me con il Sacri­fi­cio di Abra­moCai­no e Abe­le e otto ton­di con i Dot­to­ri del­la chie­sa e gli Evan­ge­li­sti, per il sof­fit­to del­la chie­sa di San­to Spi­ri­to in Iso­la a Vene­zia entro il 1544.
Le ope­re furo­no tra­sfe­ri­te nel sof­fit­to del­la sacre­stia del­la  chie­sa di San­ta Maria del­la Salu­te già nel­la secon­da metà del ‘600.
Il David e Golia, dan­neg­gia­to dall’incendio dell’estate 2010, tor­na ora visi­bi­le dopo il restau­ro per solo un mese negli spa­zi straor­di­na­ri di Palaz­zo Gri­ma­ni.

È un’occasione uni­ca per cono­sce­re i det­ta­gli di que­sto restau­ro d’emergenza, ma anche, per chi non lo ha potu­to vede­re alla mostra tizia­ne­sca del 1990, per osser­va­re il dipin­to pri­ma che ven­ga ricol­lo­ca­to sul sof­fit­to del­la sacre­stia mag­gio­re del­la basi­li­ca del­la Salu­te da dove pro­vie­ne.

 

Museo di Palaz­zo Gri­ma­ni, Vene­zia
dal 12 otto­bre al 12 novem­bre 2012

La sfi­da di Davi­de e Golia. Un capo­la­vo­ro di Tizia­no restau­ra­to”

Il 12 otto­bre  si resti­tui­sce alla cit­tà dopo un lun­go e pazien­te restau­ro, cura­to dal­la Soprin­ten­den­za spe­cia­le per il patri­mo­nio sto­ri­co, arti­sti­co ed etnoan­tro­po­lo­gi­co e per il polo musea­le  del­la cit­tà di Vene­zia e dei comu­ni del­la Gron­da lagu­na­re, diret­to da Gio­van­na Damia­ni, il dipin­to di Tizia­no Davi­de e Golia. Dopo l’esposizione a Palaz­zo Gri­ma­ni, l’opera, di pro­prie­tà eccle­sia­sti­ca, restau­ra­ta a spe­se del Semi­na­rio Patriar­ca­le, sarà ricol­lo­ca­ta sul sof­fit­to del­la sacre­stia mag­gio­re del­la basi­li­ca del­la Salu­te da dove pro­vie­ne. Come tut­ti i vene­zia­ni ricor­da­no il 29 ago­sto 2010 un incen­dio, svi­lup­pa­to­si sul lato ove­st del­la coper­tu­ra del cor­po monu­men­ta­le del Semi­na­rio Patriar­ca­le, cor­ri­spon­den­te al col­le­ga­men­to con la basi­li­ca di San­ta Maria del­la Salu­te, mise in gra­ve peri­co­lo la chie­sa e le ope­re in essa con­te­nu­te. Solo il pron­to inter­ven­to dei Vigi­li del Fuo­co sven­tò il peg­gio, ma sul dipin­to di Tizia­no con­flui­ro­no gli oltre cin­que­cen­to litri d’acqua, per for­tu­na dol­ce, che era­no ser­vi­ti a doma­re l’incendio. La tela, fra­gi­le e rite­nu­ta in pre­ca­rio sta­to di con­ser­va­zio­ne sin dal­le fon­ti otto­cen­te­sche, ave­va subi­to un restau­ro con­ser­va­ti­vo nel 1990, diret­to da Gio­van­na Nepi Sci­rè, in occa­sio­ne del­la Mostra di Tizia­no a Palaz­zo Duca­le, che ave­va alleg­ge­ri­to le ridi­pin­tu­re e rista­bi­li­to l’adesione del­la pel­li­co­la pit­to­ri­ca. Con­ti­nua »

 

Cite this article as: Redazione, Venezia: il “Davide e Golia” di Tiziano a Palazzo Grimani, in "STORIEDELLARTE.com", 6 ottobre 2012; accessed 25 luglio 2017.
http://storiedellarte.com/2012/10/venezia-il-davide-e-golia-di-tiziano-a-palazzo-grimani.html.

,

No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: