Top Menu

Un viaggio a Genova per Jacopo Bassano

Il 27 apri­le a Geno­va nel­la sto­ri­ca dimo­ra di Palaz­zo Lomel­li­no si è aper­ta una mostra dal tito­lo Jaco­po, Fran­ce­sco e Lean­dro Bas­sa­no a Palaz­zo Lomel­li­no. Un ciclo ine­di­to di col­le­zio­ne pri­va­ta geno­ve­se e altre ope­re pro­ve­nien­ti da Vaduz e da Vien­na (27 apri­le – 10 giu­gno 2012).

Jaco­po Bas­sa­no, Alle­go­ria del Fuo­co, Geno­va, Col­le­zio­ne pri­va­ta

Il cura­to­re Ales­san­dro Bal­la­rin ne ha dato noti­zia illu­stran­do­ne il con­te­nu­to il 21 mar­zo scor­so in una lun­ga lezio­ne tenu­ta pres­so il Dipar­ti­men­to di Sto­ria del­le arti visi­ve e del­la musi­ca dell’Università di Pado­va.

In quell’occasione ha anti­ci­pa­to al grup­po di allie­vi pre­sen­te che la mostra sareb­be sta­ta costrui­ta attor­no ad un ciclo bas­sa­ne­sco, for­ma­to da quat­tro gran­di tele (cm 170 x 280) sul tema degli Ele­men­ti, che appar­tie­ne ad una col­le­zio­ne geno­ve­se.

Dagli appun­ti trag­go, dun­que, le noti­zie per segna­la­re que­sto even­to, che si pre­sen­ta den­so di spun­ti sti­mo­lan­ti. La serie degli Ele­men­ti ripe­te con alcu­ne varian­ti sche­mi bas­sa­ne­schi già noti, ma non si pre­sen­ta uni­for­me dal pun­to di vista sti­li­sti­co e cro­no­lo­gi­co, tan­to che Bal­la­rin vi indi­vi­dua due grup­pi distin­ti. Attri­bui­sce, infat­ti, il Fuo­co e l’Aria a Jaco­po Bas­sa­no, coa­diu­va­to dal­la bot­te­ga, ed asse­gna l’Acqua e la Ter­ra a Lean­dro, figlio ter­zo­ge­ni­to del pit­to­re.

Lean­dro Bas­sa­no, Alle­go­ria dell’Acqua, Geno­va, Col­le­zio­ne pri­va­ta

Nell’esposizione sono sta­te affian­ca­te agli Ele­men­ti due tele di dimen­sio­ni altret­tan­to note­vo­li (cm 150 x 245 cir­ca) estra­po­la­te dal ciclo incom­ple­to dei Mesi fir­ma­to da Lean­dro Bas­sa­no, che è divi­so tra il Kun­sthi­sto­ri­sches Museum di Vien­na e la Gal­le­ria del Castel­lo di Pra­ga, raf­fi­gu­ran­ti il mese di Mar­zo ed il mese di Giu­gno.

Vi si aggiun­go­no poi altri due pez­zi con il Fuo­co e la Ter­ra rea­liz­za­ti da Fran­ce­sco, il pri­mo­ge­ni­to di Jaco­po, che pro­ven­go­no da un altro grup­po sugli Ele­men­ti, anch’esso giun­to incom­ple­to nel­le Samm­lun­gen des Regie­ren­den Für­sten von Lie­ch­ten­stein di Vaduz.

L’idea di un viag­gio a Geno­va per la mostra si pre­sen­ta, dun­que, quan­to mai inte­res­san­te, per­ché offre l’occasione di sco­pri­re una nuo­va impor­tan­te acqui­si­zio­ne al cata­lo­go dei Bas­sa­no, padre e figlio, ma per­met­te anche di stu­dia­re da vici­no i due dipin­ti di Vien­na, espo­sti mol­to in alto al Kun­sthi­sto­ri­sches Museum, e di cono­sce­re due qua­dri di Fran­ce­sco poco noti, essen­do con­ser­va­ti in un museo decen­tra­to rispet­to agli usua­li per­cor­si di viag­gio.

A que­sto piat­to già ric­co si aggiun­go­no il fasci­no di Palaz­zo Lomel­li­no e del­la cit­tà stes­sa, non­ché la pos­si­bi­li­tà di ammi­ra­re altre ope­re, non solo bas­sa­ne­sche, nei Musei Civi­ci geno­ve­si. 


Jaco­po, Fran­ce­sco e Lean­dro Bas­sa­no a Palaz­zo Lomel­li­no
Un ciclo ine­di­to di col­le­zio­ne pri­va­ta geno­ve­se
e altre ope­re pro­ve­nien­ti da Vaduz e Vien­na

27 apri­le – 10 giu­gno 2012

Geno­va, Palaz­zo Lomel­li­no
Via Gari­bal­di, 7

Infor­ma­zio­ni: Musei di Geno­va | Palaz­zo Lomel­li­no

Cite this article as: Claudia Caramanna, Un viaggio a Genova per Jacopo Bassano, in "STORIEDELLARTE.com", 9 maggio 2012; accessed 25 marzo 2017.
http://storiedellarte.com/2012/05/un-viaggio-a-genova-per-jacopo-bassano.html.

, ,

No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: