Top Menu

Chi cerca trova…

Gra­zie alla sem­pre straor­di­na­ria foto­te­ca Zeri ho sco­per­to che il qua­dro attri­bui­to al gio­va­ne Raf­fael­lo di cui par­la­va­mo qual­che gior­no fa è pas­sa­to in asta da Christie’s per due vol­te a bre­ve distan­za di tem­po, nel 1970 e nel 1971.
All’epoca era asse­gna­to ad Ami­co Asper­ti­ni e non si face­va cen­no del­la scrit­ta sul bor­do del­la veste di san­ta Cate­ri­na.

La sche­da Zeri inve­ce inse­ri­sce sem­pli­ce­men­te l’opera tra gli ano­ni­mi umbri.


Pur­trop­po le foto dei cata­lo­ghi d’asta sono in bian­co e nero e non ci sono det­ta­gli, al momen­to pos­so for­nir­vi solo que­sta brut­ta imma­gi­ne, trat­ta da quel­lo del 1970:


Qual­che indi­zio in più per chi voles­se occu­par­si di que­sta tavo­la!

 

Cite this article as: Serena D'Italia, Chi cerca trova…, in "STORIEDELLARTE.com", 14 gennaio 2012; accessed 25 marzo 2017.
http://storiedellarte.com/2012/01/chi-cerca-trova.html.

, , ,

9 Responses to Chi cerca trova…

  1. Daniele Pitrolo 16 gennaio 2012 at 20:46 #

    Potreb­be nasce­re, da que­sta segna­la­zio­ne, un arti­co­lo per il sito del­la Fon­da­zio­ne Zeri. For­se la Fon­da­zio­ne potreb­be for­ni­re una buo­na ripro­du­zio­ne del­la docu­men­ta­zio­ne con­te­nu­ta nel cata­lo­go (qui la pagi­na dei con­tat­ti del­la Fon­da­zio­ne) ed accet­ta­re la pub­bli­ca­zio­ne che ne potreb­be nasce­re (qui le moda­li­tà di par­te­ci­pa­zio­ne)

    • Serena D'Italia 17 gennaio 2012 at 10:28 #

      Sì, sape­vo del “call for papers” del­la Fon­da­zio­ne. Dal­la sche­da si capi­sce che sono a cono­scen­za dell’attribuzione a Raf­fael­lo, for­se il prof. Ugo­li­ni potreb­be scri­ve­re una sche­da più com­ple­ta…

  2. Serena D'Italia 16 gennaio 2012 at 14:06 #

    Maga­ri qual­che bolo­gne­se ci for­ni­rà una buo­na foto… in cui (non) vede­re la fir­ma!

    • Daniele Pitrolo 16 gennaio 2012 at 14:42 #

      Che ipo­te­si mali­zio­sa!

      • Serena D'Italia 16 gennaio 2012 at 14:49 #

        Beh ma la vec­chia­ia avan­za… Maga­ri ho solo biso­gno di met­te­re gli occhia­li!

      • Daniele Pitrolo 16 gennaio 2012 at 17:27 #

        Non cre­do sia la vec­chia­ia, ma nes­su­no, sen­za psi­co­tro­pi, cre­do pos­sa distin­gue­re il fati­di­co det­ta­glio nel­la foto­gra­fia del 1970. Lavo­ran­do su quel­lo che si ha, sareb­be uti­le con­fron­ta­re la par­te auto­gra­fa con il resto del­la bor­du­ra: dif­fi­ci­le, anche per un bra­vo fal­sa­rio, rag­giun­ge­re un’uniformità sti­li­sti­ca. Di quel­lo che si vede, tra l’altro, mi sem­bra­no com­ple­ta­men­te incon­gruen­ti la bor­du­ra dei due lem­bi, destro e man­ci­no, del man­tel­lo.

        • Serena D'Italia 16 gennaio 2012 at 18:17 #

          La foto a colo­ri che ho pub­bli­ca­to nel pri­mo post è di buo­na qua­li­tà (per cari­car­la sul blog ho dovu­to ridur­la di mol­to) e guar­dan­do­la mi pare che l’oro sia sta­to ener­gi­ca­men­te ripas­sa­to, soprat­tut­to sul man­to del­la san­ta, che si pre­sen­ta mol­to diver­so da quel­lo del­la Ver­gi­ne.
          Ave­vo sup­po­sto con otti­mi­smo che si trat­tas­se del clas­si­co inter­ven­to da pit­to­re-restau­ra­to­re otto­cen­te­sco, ma a quan­to pare la “fir­ma” e io sia­mo pra­ti­ca­men­te coe­ta­nee…

  3. Daniele Pitrolo 14 gennaio 2012 at 15:19 #

    Sì, straor­di­na­ria, la foto­te­ca Zeri, anche se non con­di­vi­do la scel­ta di ave­re reso dispo­ni­bi­li le imma­gi­ni ad alta riso­lu­zio­ne uni­ca­men­te nei loca­li del­la foto­te­ca e non via inter­net (così alme­no era all’inizio).

  4. Serena D'Italia 14 gennaio 2012 at 12:24 #

    E qui tro­va­te del­le altre infor­ma­zio­ni, gen­til­men­te for­ni­te da Andrea Ugo­li­ni:

    http://storiedellarte.com/2012/01/aaa-raffaello-cercasi.html#comment-451

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: