Top Menu

Tutto cambia affinché nulla cambi”

Un mani­fe­sto sul can­tie­re all’uscita degli Uffi­zi (foto S. D’Italia)

Una rapi­da con­si­de­ra­zio­ne sull’attuale indi­riz­zo cul­tu­ra­le del­la sini­stra ita­lia­na: a par­te qual­che caso iso­la­to, poli­ti­ci, ammi­ni­stra­to­ri, opi­nio­ni­sti e gior­na­li­sti sono rima­sti tri­ste­men­te pri­gio­nie­ri di quel­la con­ce­zio­ne ‘ber­lu­sco­nia­na’ e ‘mana­ge­ria­le’ del patri­mo­nio sto­ri­co-arti­sti­co che fino a ieri han­no aspra­men­te cri­ti­ca­to.

I sin­da­ci dispon­go­no dei beni cit­ta­di­ni – e nazio­na­li – come dei sopram­mo­bi­li di casa loro, men­tre gli asses­so­ri bru­cia­no le scar­se risor­se rima­ste per noleg­gia­re ‘gran­di capo­la­vo­ri’ e orga­niz­za­re ‘gran­di even­ti’ inve­ce di ten­ta­re pie­to­sa­men­te di ram­men­da­re il tes­su­to ormai sma­glia­to dei nostri musei civi­ci (e a que­sto pano­ra­ma si aggiun­go­no le fon­da­zio­ni ban­ca­rie che spes­so stac­ca­no asse­gni da capo­gi­ro per ope­re inu­ti­li e auto­ce­le­bra­ti­ve).
Potrei com­pi­la­re un elen­co chi­lo­me­tri­co di esem­pi, per­ché nem­me­no le regio­ni più lon­ta­ne dai riflet­to­ri come il Pie­mon­te si sono sal­va­te da que­sto scem­pio, ma ne cito solo due recen­tis­si­mi.

Leo­nar­do da Vin­ci, stu­dio di teste per la “Bat­ta­glia di Anghia­ri”, 1504–5. Buda­pe­st, Museo di Bel­le Arti

Dopo lo spro­lo­quio esti­vo sul­la fac­cia­ta di San Loren­zo, l’ormai leg­gen­da­rio sin­da­co di Firen­ze da rot­ta­ma­to­re si è tra­sfor­ma­to in tra­pa­na­to­re e ha deci­so di sfo­rac­chia­re l’affresco vasa­ria­no di Palaz­zo Vec­chio alla ricer­ca del­la per­du­ta Bat­ta­glia di Anghia­ri di Leo­nar­do, sot­to l’occhio vigi­le del­la trou­pe di Voya­ger.
Non riper­cor­ro qui le argo­men­ta­zio­ni di chi è favo­re­vo­le e chi è con­tra­rio all’operazione, vor­rei solo far nota­re che tut­ti gli edi­fi­ci sto­ri­ci ita­lia­ni han­no visto suc­ce­der­si nel cor­so dei seco­li diver­se cam­pa­gne deco­ra­ti­ve… Dovre­mo smon­tar­li tut­ti? E cosa suc­ce­de­reb­be se gli archeo­lo­gi deci­des­se­ro di sco­pri­re su che cosa pog­gia­no?

Altro caso signi­fi­ca­ti­vo la pun­ta­ta di Report tra­smes­sa dome­ni­ca 4 dicem­bre: sen­za toglie­re agli auto­ri il meri­to di aver evi­den­zia­to situa­zio­ni cri­ti­che e pro­ble­mi da risol­ve­re, il copio­ne che fa da filo con­dut­to­re sem­bra un par­to di Mario Resca più che del­la reda­zio­ne di un pro­gram­ma di Rai Tre. Tra le mol­te doman­de e rispo­ste che fan­no accap­po­na­re la pel­le, que­ste meri­ta­no secon­do me una mezio­ne spe­cia­le:

Noi li chia­mia­mo i beni cul­tu­ra­li; beni per­ché ven­go­no dal Teso­ro e quin­di li puoi ven­de­re, cul­tu­ra­li per­ché dipen­do­no dall’Istruzione e il prof gli vuol met­te­re la teca sopra”

E poi i fran­ce­si non si fan­no pro­ble­mi a met­ter­si al livel­lo dei turi­sti. Il duca di Bla­càs, pro­prie­ta­rio del castel­lo di Ussè, rac­con­ta la sto­ria che que­sto è il castel­lo del­la Bel­la Addor­men­ta­ta. Nel­le stan­ze han­no alle­sti­to dei mani­chi­ni vesti­ti come nel­la favo­la e il risul­ta­to è che c’è la fila per entra­re. Men­tre in Ita­lia, i monu­men­ti sono spes­so dei san­tua­ri dedi­ca­ti agli stu­dio­si piut­to­sto che alla gen­te. […] Ci ha pro­va­to il Comu­ne di Roma che ha dato la pos­si­bi­li­tà ai visi­ta­to­ri dei Musei Capi­to­li­ni di sosti­tui­re la loro fac­cia a quel­la degli impe­ra­to­ri…”

Ci sia­mo lamen­ta­ti per anni del­la pre­po­ten­za bie­ca e dell’infimo livel­lo cul­tu­ra­le di chi ci gover­na­va, ora voglia­mo pro­va­re a pro­por­re qual­co­sa di nuo­vo (ed even­tual­men­te anche a recu­pe­ra­re qual­co­sa di vec­chio ma anco­ra fun­zio­nan­te…) e ripren­de­re a occu­par­ci dei con­te­nu­ti oltre che del­la for­ma? Non ser­ve pos­se­de­re l’ultimo model­lo di Mac se poi non si ha nul­la da scri­ve­re.

Cite this article as: Serena D'Italia, Tutto cambia affinché nulla cambi”, in "STORIEDELLARTE.com", 6 dicembre 2011; accessed 6 dicembre 2016.
http://storiedellarte.com/2011/12/tutto-cambia-affinche-nulla-cambi.html.
No comments yet.

Leave a Reply / Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: